Pisa – Pro Vercelli 1-1. Cani riprende la Pro, ma è un pari che serve a poco

PISA – Finisce uno a uno tra Pisa e Pro Vercelli, un pareggio che serve a poco al Pisa nella corsa salvezza. Vantaggio piemontese con Comi su rigore, nella ripresa dopo l’ingresso di Cani che ha trovato il gol del pari i nerazzurri hanno sfiorato il successo.

di Antonio Tognoli

I risultati i marcatori e la classifica 

PRE GARA. Rispetto alla gara di Trapani di sabato scorso torna Lisuzzo dalla squalifica. Non convocati per la sfida con la Pro Vercelli Manaj e Tabanelli per problemi muscolari, oltre agli ormai lungodegenti Crescenzi, Polverini e Avogadri. Il tecnico nerazzurro torna alla difesa a tre formata da Lisuzzo, Milanovic e Del Fabro. Golubovic e Longhi fungono da esterni, con Lazzari (preferito a Verna) affiancato da Di Tacchio. Varela e Masucci formano la coppia d’attacco. La Pro Vercelli di mister Longo attua un turn over ragionato scendendo in campo con un il classico 3-5-2. Davanti all’ex portiere nerazzurro Provedel ci sono Legati, Bani e Konate. Germano ed Eguelfi sono gli esterni di centrocampo con Emmanuello (che oggi compie gli anni), Vives e Altobelli a fare da diga. In attacco, il bomber La Mantia non ancora al meglio parte dalla panchina, ci sono Morra e Comi. All’Arena non c’è il pubblico delle grandi occasioni, più di un centinaio i tifosi provenienti dal Piemonte.

IL PRIMO TEMPO. Pisa in maglia nerazzurra, Pro Vercelli in maglia bianca. Il Pisa inizia con buon piglio, così come aveva fatto a Trapani. Il primo tiro verso lo specchio della porta però è della Pro con Vives (3′): conclusione telefonata bloccata facilmente da Ujkani. Il Pisa però c’è e risponde con una punizione alta (5′) sopra la traversa calciata da Peralta. La squadra di Gattuso cerca di chiudere la Pro Vercelli nella propria metà campo. Al 9′ bella azione di Varela, che apre per Longhi il cui cross giunge al centro dell’area a Masucci, che allunga la gamba sinistra, ma la sua deviazione è debole e viene bloccata a terra da Provedel. Ma al 12′ la Pro Vercelli beneficia di un calcio di rigore: cross dalla sinistra di Altobelli, mani in area nerazzurra di Del Fabro. Pezzuto indica il dischetto. Comi va sul dischetto e con il destro trova l’angolo alla destra di Ujkani che aveva intuito la traiettoria della sfera ma nulla ha potuto: 1-0 per la Pro Vercelli e partita subito in salita. I nerazzurri subiscono il contraccolpo psicologico del gol, l’Arena inizia a mugugnare e si sentono solo i tifosi vercellesi in festa, che nella loro gioia trovano anche il modo di farsi applaudire dai supporters nerazzurri per i cori contro i “cugini” livornesi. Tornando al campo invece al 26′ Varela prova uno strano tiro cross che termina però di poco alto sopra la traversa di Provedel. Ma al 29′ è ancora la squadra di Longo a cestinare il raddoppio: azione sulla destra di Germano che va sul fondo effettua il traversone, Morra spalle alla porta impegna Ujkani e sulla respinta dell’estremo nerazzurro Comi non riesce a ribadire in gol e Milanovic spazza via. Prima del duplice fischio di Pezzuto che manda le due squadre almeno riposo dopo un minuto di recupero da segnalare solo Un ammonizione a Vives. All’intervallo la Pro Vercelli conduce per 1-0.

IL SECONDO TEMPO. La ripresa inizia senza ulteriori cambi per il Pisa. Gatto era infatti subentrato a dieci minuti dal termine della prima frazione a Milanovic. I nerazzurri partono con il piede giusto tirando fuori l’orgoglio. Varela e Peralta cercano di far valere la propria velocità. Gatto da sinistra fa partire un cross che Provedel blocca. Al 6′ Di Tacchio dal limite prova la battuta respinta però dalla difesa vercellese. All’11’ Gattuso effettua il secondo cambio: dentro Mannini al posto di uno spento Masucci. Al 17′ i nerazzurri hanno una grande occasione per pareggiare: cross da destra di Mannini colpo di testa sotto misura di Del Fabro che però è troppo centrale e facile preda di Provedel. Peccato, era una buona occasione per tornare in carreggiata. La Pro attende il Pisa nella propria metà campo. Longo richiama Vives e Morra e fa fare il suo ingresso in campo a Castiglia e all’ex nerazzurro Ernesto Starita. Gattuso effettua l’ultimo cambio al 70′ richiamando Peralta ed inserendo Cani. Ed e proprio il gigante albanese al 74′ a trovare il pertugio giusto e battere Provedel riaccendendo l’Arena. Merito a Cani che a ricevuto palla da destra spalle alla porta si è girato e con un rasoterra non forte ma preciso ha battuto l’ex estremo difensore nerazzurra. Il gol di Cani risveglia il pubblico. L’Arena spinge i nerazzurri, che a testa bassa si gettano in avanti, rischiando qualcosa in fase di rimessa. Lazzari si becca il giallo dopo aver fermato un contropiede dei piemontesi. Ma è ancora Cani con un sinistro potente a scaldare i guantoni di Provedel che devia in angolo. Il forcing del Pisa è serrato, la squadra di Gattuso attacca, guadagna calci piazzati, il muro della Pro però resiste, ancora ad un colpo di testa di Cani (43′) che termina alto sopra la traversa. Dopo 4′ di recupero finisce 1-1, nonostante la volontà e la grinta il Pisa non ce la fa a rimontare. La Lega Pro è sempre più vicina.

PISA – PRO VERCELLI 1-1

PISA (3-4-1-2): 1 Ujkani; 4 Lisuzzo, 27 Milanovic (35′ 28 Gatto) 15 Del Fabro; 24 Golubovic, 19 Lazzari, 6 Di Tacchio, 3 Longhi; 20 Peralta (70′ 9 Cani), 10 Varela, 38 Masucci (56′ 7 Mannini). A disp. 22 Cardelli, 8 Verna, 14 Birindelli S., 18 Angiulli, 23 Zonta, 36 Zammarini. All. Rino Gattuso

PRO VERCELLI (3-5-2): 1 Provedel; 13 Legati, 4 Bani, 15 Konate; 3 Germano, 25 Altobelli, 11 Vives (63′ 21 Castiglia) 20 Emmanuello, 6 Eguelfi; 26 Comi (73′ 10 La Mantia), 9 Morra (69′ 17 Starita) A disp. 12 Zaccagno, 2 Berra, 5 Negro, 7 Nardini, 28 Osei, 30 Aramu. All. Moreno Longo.

ARBITRO: Ivano Pezzuto di Lecce (Ass. Baccini-Canigiano). Quarto uomo Gariglio

RETI: 13′ Comi (PV, rig.), 74′ Cani (P)

NOTE: giornata di sole, ma ventilata terreno i nerazzurri perfette condizioni. Ammoniti Vives (PV), Morra (PV), Konate (PV)., Lazzari (P). Angoli 5-3. Rec. pt 1′, st 4′. Spettatori 6652 però un incasso di 59.744,98

 

By