Serie BKT. Pareggio a reti bianche fra Pisa e Reggina

PISA – Si chiude a reti bianche (0-0) la sfida fra Pisa e Reggina all’Arena. Meglio i calabresi nel primo tempo, nella ripresa in campo un Pisa migliore. Un risultato giusto per quello che si è visto in campo con i nerazzurri che si portano a quota 37 punti e raggiunto dal Frosinone corsaro a Cosenza.

di Antonio Tognoli

PRE MATCH. Mister Luca D’angelo deve fare a meno degli infortunati Masucci e Sibilli e degli indisponibili Soddimo, Vido, Meroni e Varnier. Mister D’Angelo manda in campo il suo Pisa con il medesimo schieramento. Davanti a Gori ci sono Caracciolo e Benedetti. Le fasce laterali sono affidate a Belli e Lisi. Quaini torna titolare dopo la super prestazione di Monza e si piazza davanti alla difese con Marin e Mazzitelli nel ruolo di mezze ali. A capitan Gucher è affidato il ruolo di tre quartista dietro alle due punte Marconi – Palombi. La Reggina che arriva all’Arena con Baroni in panchina forte di quattro risultati utili consecutivi lontano dal Granillo dove nell’ultimo turno ha ceduto alla capolista Empoli. La Reggina scende in campo con il 4-2-3-1. Davanti a Nicolas ci sono Loiacono e Stavropoulos. Lakicevic e Di Chiara sono schierati sulle corsie esterne. Bianchi e Crimi sulla linea mediana con Bellomo, Folorunsho e Micovschi a sostegno dell’unica punta Okwonkwo. Giornata di sole a Pisa, disturbata da un vento glaciale.

IL PRIMO TEMPO. Pisa in maglia nerazzurra, Reggina in completo bianco. E’ il Pisa che parte subito forte. Dopo venti secondi ci prova subito Quaini dai venticinque metri, palla alta sopra la traversa. Pio i nerazzurri hanno subito una dopia occasione con un doppio colpo di testa di Palombi che termina di un soffio dal palo di destra di Nicolas. La risposta della Reggina è affidata ad un diagonale di Okwonkwo, ben servito da Folorunsho, palla che termina sul fondo. Ci prova ancora la Reggina e ancora dalla sinistra con Micovschi che crossa una splendida palla per il destro di Bellomo che termina però fuori. Il Pisa risponde con un colpo di testa di Marin imbeccato da Gucher, bloccato da Nicolas. Gara gradevole tra due squadre in forma e che giocano a viso aperto. Grande occasione per i calabresi al minuto 22 sull’asse Okwonkwo – Bellomo, quest’ultimo con il piatto, palla che esce di pochissimo. Occasione d’oro per la Reggina e buon per il Pisa che la squadra di Baroni non ne approfitti. Il Pisa risponde con un tiro cross dj Marin respinto dalla difesa calabrese e un colpo di testa di Caracciolo scaturito da una punizione calciata da capitan Gucher. Gran velo di Marconi per Palombi che al minuto 27 prova a sorprendere la retroguardia calabrese che però respinge. Poco dopo Marin non arriva all’appuntamento a centro area su un bel traversone di Lisi da sinistra. Fase di stanca del match intorno alla mezzora. Gara spezzettata e molto tattica. Al minuto 35 è ancora Bellomo ad imbeccare in contropiede , diagonale con il destro bloccato a terra da Gori. La prima frazione si chiude sullo 0-0 e senza alcun recupero.

IL SECONDO TEMPO. Nessun cambio durante l’intervallo nei due schieramenti. Il primo sussulto della ripresa è di marca nerazzurra con un destro di Gucher che sibila la trasversale di Nicolas, comunque parso sulla traiettoria. Ancora Pisa al minuto 51 con una gran palla in verticale di Quaini, per Gucher che controlla e serve Marconi che perde l’attimo e non concliude a rete. Una gara gradevole anche ad inizio ripresa. Okwonkwo tenta un destro al volo appena dentro l’area, palla colpita male e preda di Gori. Intanto la Reggina all’alba del quarto d’ora effettua i primi due cambi: dentro Crisetig e Rivas, fuori Crimi e Micovski. Nel Pisa Caracciolo finisce sulla lista dei cattivi. La Reggina sembra più in palla. Ci prova ancora Bellomo dal limite, palla alta. D’Angelo si accorge che il Pisa soffre: fuori dunque Belli e Quaini, dentro Birindelli e Siega a dare sostanza e freschezza. Sospetta entrata di Crisetig su Lisi al 64′ ma l’arbitro lascia correre. Azione da rivedere nell’area nerazzurra, con entrata al limite del regolamento. C’è tempo per l’ingresso nel Pisa di Giuseppe Mastinu al posto di Luca Mazzitelli. Ci prova (73′) anche Siega con un destro che però termina alto sopra la traversa. La Reggina risponde subito. Rivas mette la palla in mezzo Folorunsho non ci pensa su du volte lascia partire un destro dai sedici metri deviata in angolo da Gori. Intanto nei calabresi entrano Montalto e Situm e nel Pisa De Vitis e Marsura. Ed è proprio Marsura subito autore di una grande azione sulla sinistra a conquistare un angolo dal quale c’è subito la pericolosità nella girata di De Vitis bloccata a terra da Nicolas. Al minuto 85 Siega serve a Lisi la possibilità del tiro a giro dal vertice sinistro dell’area, la palla termina però alta. Nella Reggina mister Baroni si gioca la carta Denis a tre dalla fine, richiamato in panchina Bellomo. Ma non succede nient’altro nei restanti minuti e nel recupero. All’Arena finisce a reti bianche.

PISA – REGGINA 0-0

PISA SC (4-3-1-2): Gori; Belli (62′ Birindelli), Caracciolo, Benedetti, Lisi; Marin, Quaini (62′ Siega), Mazzitelli (72′ Mastinu); Gucher (77′ De Vitis); Marconi, Palombi (77′ Marsura). A disp. Perilli, Pisano, Masetti, Beghetto. All. Luca D’Angelo

REGGINA (4-2-3-1): Nicolas; Lakicevic, Loiacono, Stavropoulos, Di Chiara; Bianchi (75′ Situm), Crimi (59′ Crisetig); Bellomo (87′ Denis), Folorunsho, Micovschi (59′ Rivas); Okwonkwo (75′ Montalto). A disp. Plizzari, Cionek, Dalle Mura, Delprato, Liotti, Chierico, Petrelli. All. Marco Baroni.

ARBITRO: Matteo Marchetti della sezione di Ostia Lido (Ass. Mastrodonato – Muto). Quarto uomo Dionisi de L’Aquila

NOTE: giornata di sole, ma ventilata, terreno in perfette condizioni. Ammoniti Caracciolo. Angoli 4-5. rec pt 0′, st 3′.

By