Pisa riacciuffato sul pari (2-2) a Santarcangelo

SANTARCANGELO DI ROMAGNA – Tre punti gettati alle ortiche per il Pisa che in vantaggio per 2-0 si fa raggiungere al “Mazzola”.

AI gol di Starita e Mannini che avevano portato dopo 36′ i nerazzurri avanti di 2-0 ha risposto la doppietta dell’ex Viareggio De Vena. Dal punto si vista fisico la squadra ha molto sofferto i romagnoli nella seconda parte.

Gattuso rispetto alla vigilia presenta una novità nel suo ritorno al 4-3-3. Dal primo minuto dentro Fautario sulla destra del pacchetto arretrato. In attacco tornano Cani e Lupoli. In mezzo al campo la conferma di Ricci in cabina di regia con Verna e Mannini a svariare sugli esterni. In attacco assieme a Cani e Lupoli c’e la conferma di Starita. Il Santarcangelo di mister Zauli presenta il solito 4-3-1-2. Identico schieramento rispetto a Pistoia con Venitucci che si accomoda in panchina. In attacco la coppia De Vena e l’ex nerazzurro Guidone.

Oltre cento cinquanta i tifosi nerazzurri presenti nel settore ospiti del Mazzola. Il Pisa si presenta a questa sfida in maglia bianca con striscia obliqua rossa. Al 2′ subito un occasione per la squadra di Gattuso che parte forte con un sinistro che termina a lato. Da li al fulmineo vantaggio però passano appena quaranta secondi: Starita dal limite lascia partire un destro che termina la sua corsa nella:angolino basso alla sinistra di Nardi: 1-0. La risposta locale non tarda ad arrivare e Guidone al 4′ lasciato colpevolmente solo in area per fortuna del Pisa spara alto. È una gara vivace, il Pisa gioca bene cosa al 6′ Mannini fa partire un cross da destra per la testa di Cani, ma la sua girata termina a lato di poco. Al 9′ brutta entrata di Ilari su Fautario, si perde qualche minuto prima del ritorno in campo dell’ex difensore del Como. Il Santarcangelo prova a reagire dopo un avvio opaco. Dalla distanza ci provano Margiotta (17′) e Guidone (23′) con la palla che si perde sul fondo. La squadra locale fraseggia di più nella parte centrale della ripresa, mettendo in difficoltà il Pisa soprattutto dalla corsia di destra. Rozzio e Polverini sono sempre attenti però nelle chiusure difensive, anche se il Pisa sembra abbassare troppo il baricentro. Al 32′ grosso pericolo per il Pisa. Angolo da destra della squadra locale, più in alto di tutti salta Drudi, che si testa impegna Bacci a terra. Ma nel miglior momento dei locali il Pisa trova il raddoppio. Lupoli viene steso al limite. Mannini si incarica della battuta dai venti metri. Il suo destro scavalca dolcemente la barriera e si spegne nell’angolino alla destra di Nardi. Due a zero con Mannini che va a prendersi gli applausi dei tifosi nerazzurri in festa. I locali però non si arrendono e si fanno apprezzare sul piano del gioco. Il Pisa subisce la rete nel momento peggiore nell’unico minuti su recupero concesso: cross di Ilari per De Vena, il suo colpo di testa è respinto da Bacci, la palla rimane li e lo stesso De Vena la ribadisce in gol da pochi passi: 1-2 con un Gattuso furioso per la rete ingenuamente subita.

Nella ripresa nessun cambio da parte dei due allenatori nei due schieramenti. Inizia a piovere anche in maniera insistente sul Mazzola. Al 3′ ci prova Lupoli dalla distanza con palla che comunque termina a lato. Il Santarcangelo attacca tutti gli spazi, il Pisa soffre i locali. Gattuso richiama Forgacs e inserisce Dicuonzo, ma i nerazzurri sono in affanno e subiscono anche la rete del 2-2 annullata dal guardalinee (11′) con grandi proteste dei giocatori locali, che pochi istanti chiedono anche il rigore per un fallo su Guidone in area nerazzurra. Ma il pari dei gialloblù arriva al 65′ quando De Vena si trova tutto solo davanti a Bacci e con il piatto sinistro deposita in gol: 2-2 e rimonta completata per gli uomini di Zauri. Il Pisa deve ripartire. Gattuso allora inserisce Varela per Mannini, mentre per i locali dentro Obeng per Romano. Ricci al 27′ spaventa Nardi con una punizione che accarezza l’incrocio dei pali. All’alba della mezz’ora fuori anche Cani (opaca la sua prova) per Peralta. I cambi però non producono gli effetti sperati ed è il Santarcangelo a chiudere in attacco nei quattro minuti di recupero concessi dal sig. Rossi.

By