Pisa Sc, presentati in Sala Baleari i sette progetti per l’Arena Garibaldi

PISA – Nella storica Sala delle Baleari del Comune di Pisa sono stati presentati alla stampa i sette progetti di ristrutturazione dell’Arena Garibaldi.

di Giovanni Manenti

Sono contento che la Società Pisa Sc abbia deciso di promuovere questa Conferenza stampa che sta a significare la condivisione di un percorso che dopo la presentazione di oggi determinerà l’iter per giungere all’approvazione di un progetto – esordisce il Sindaco di Pisa Marco Filippeschi – da parte nostra confermiamo il nostro parere positivo ad una iniziativa portata avanti da una Società privata che porterà vantaggi a tutta la città. È vero che il Comune ha fatto negli anni passati un piano urbanistico di costruzione dello Stadio in altro luogo, ma da allora nessuna proposta concreta è stata avanzata e pertanto ben venga il progetto di ristrutturazione dell’impianto già esistente e considerata la sua collocazione, riteniamo che possa rappresentare un business nell’interesse collettivo nonché per una riqualificazione anche del Quartiere di Porta a Lucca. Da parte nostra, cercheremo di snellire il più possibile l’iter burocratico a favore del progetto che verrà prescelto, anche per quanto riguarda i lavori connessi al miglioramento urbano della zona prospiciente allo Stadio”.

Parola dunque al presidente nerazzurro Giuseppe Corrado: “Credo che la prima cosa da fare sia dare impulso a questa fase preliminare per non perdere assolutamente tempo e dare vita a questo progetto che abbiamo posto in atto dal nostro arrivo a Pisa. Lo Stadio era uno dei punti cardine del nostro interesse per Pisa, oltre a quello sportivo, ed al Brand che Pisa rappresenta in Italia e all’estero e quindi abbiamo pensato ad un progetto sportivo che si integrasse con esigenze commerciali. Generare valore attraverso l’aggregazione dei tifosi non solo durante la partita, ma anche per tutta la settimana e la location dell’Arena nei pressi della Torre Pendente ci ha fatto ritenere l’impianto come adatto per ospitare non solo Calcio, ma anche altri eventi, spettacoli musicali e quant’altro, nell’ottica di una rivalutazione sia del Quartiere di Porta a Lucca che della città intera, specie per quanto riguarda l’aspetto turistico. Il fatto di avere giocatori di proprietà è una ulteriore dimostrazione della nostra volontà di fare bene a Pisa“.

C’è la consapevolezza che questo contenitore se calato nel contesto urbano potrà permettere degli indubbi vantaggi sia per il Quartiere di riferimento che per la cittadinanza – dice Alessandro Pasquarelli, rappresentante dell’Advisor “Innovation Real Estate” – ed il consolidamento di una struttura già esistente ha fatto sì che si scegliessero gli Studi che potessero predentare i progetti. L’ultimo step sarà quello di stabilire quale sarà il progetto prescelto da sottoporre alla Commissione Comunale per la relativa approvazione“.

By