Pisa sperimenta in Piazza Carrara il nuovo sistema di parcheggio Smart Parking

PISA– Piazza Carrara da oggi si avvale di una nuova tecnologia che permette di far sapere agli automobilisti, in tempo reale, quanti posti liberi ci sono nel suo parcheggio.

Mediante un sistema di sensori applicati in ogni area blu, che segnalano quando il posto viene occupato o liberato, e la trasmissione di questi dati- tramite centraline- a due appositi pannelli apposti in Via Crispi e all’incrocio con Lungarno Pacinotti, gli automobilisti in cerca di parcheggio possono sapere se e quanti posti ci ne sono a disposizione nella piazza.

2014-06-24 11.56.52

Trovato parcheggio l’automobilista si può inoltre avvalere del sistema Tap&Park che, scaricando l’app sul proprio smartphone, gli permette di pagare la sosta direttamente dal cellulare.

Il progetto pilota ha preso il via per adesso soltanto in Piazza Carrara ma, se il feedback degli automobilisti sarà positivo come sperato, l’idea è di espanderlo agli altri parcheggi della città per facilitare la mobilità e diminuire il traffico e gli ingorghi prodotti da quanti cercano parcheggio.

Fautori di questa innovazione sono il Comune di Pisa, che l’ha voluta e fortemente sostenuta, la Deutsche Telekom che ha fornito la tecnologia e l’azienda pisana Kiunsys- uno spin-off dell’ateneo pisano- specializzata nelle innovazioni per la mobilità sostenibile.

Una città come Pisa, che non è di grandi dimensioni ma ha grandi numeri di mobilità urbana, vuoi per i suoi servizi che per il turismo che attira, si presta perfettamente per questo genere di sperimentazione e, come ha sottolineato il sindaco Filippeschi “questo nuovo sistema di parcheggio si integra alla perfezione con gli interventi realizzati negli ultimi anni per rendere sempre più intelligente e funzionale la mobilità all’interno del tessuto urbano”.
“Siamo fermamente convinti che la strada giusta per diventare una smart city sia quella di avere standard aperti e un approccio collaborativo, quello che a Pisa abbiamo trovato” così ha chiosato Jurgen Hase, vicepresidente dell’area Machine to Machine di Deutsche Telekom.

La collaborazione con l’azienda Kiunsys è già attiva da tempo e permetterà inoltre di raccogliere da anni i dati relativi ai flussi di traffico che saranno analizzati per approfondire le dinamiche della mobilità cittadina e offrire soluzioni per la futura pianificazione della circolazione in città.

You may also like

By