Pisa – Spezia 0-0. Nerazzurri resistono e portano a casa un punto d’oro

PISA –  Pisa e Spezia impattano all’Arena è 0-0 con un Pisa che doveva fare a meno di undici giocatori, ha resistito allo Spezia e anzi nel finale è andato vicino al colpaccio con Eusepi.

di Antonio Tognoli

Gattuso anche in questa occasione deve fare di necessità virtù. Molti gli indisponibili e panchina quasi completamente formata da giocatori della Primavera. Il tecnico nerazzurro recupera Lazzari che viene affiancato a Verna nel centrocampo a quattro. Davanti a Ujkani, ci sono come a Cittadella dopo l’infortunio a Lisuzzo, Del Fabro e Fautario con Birindelli Samuele e Longhi che completano il pacchetto arretrato. Gli esterni di centrocampo sono Golubovic e Mannini. In attacco Peralta ed Eusepi. Lo Spezia di mister Di Carlo si presenta all’Arena con un 4-3-3. In attacco spazio al pericoloso trio Piccolo-Granoche-Piu. La giornata dell’Arena si apre però con i cori della Nord dove è stata effettuata una colletta per il Parco di Mau. “Passione, determinazione e unità, sono state la forza della nostra città. PISA NON SI PIEGA”. Scrosciano gli applausi da parte di tutto lo stadio.

IL PRIMO TEMPO. In realtà non si vede molto nella prima frazione dove il Pisa bada soprattutto a non prenderle, con una formazione rimaneggiata per le molte assenze. Come al solito però i “Ringhio Boys” sono ben messi in campo e per lo Spezia è tutt’altro che facile passare. Il primo tiro (debole) nello specchio della porta arriva al 31′ con un destro di Piccolo, ordinaria amministrazione per Ujkani che blocca la sfera senza difficoltà. Per il resto da registrare da parte nerazzurra un paio di discese di Golubovic sulla destra non andate a buon fine e diversi recuperi da parte di Mannini che sull’out di sinistra si da un gran da fare correndo e rincorrendo gli avversari arrivando ai sedici metri finali però poco lucido per l’ultima giocata. Sono tre le ammonizioni nel primo tempo due per lo Spezia con Terzi e Signorelli, una per il Pisa prima della chiusura del tempo con Longhi, che era andato ad interrompere una ripartenza dello Spezia sulla fascia. Uno 0-0 giusto tra due squadre che nella prima frazione hanno badato soprattutto a coprirsi.

IL SECONDO TEMPO. (Nella foto Giovanni Corrado e sullo sfondo la sorella Matilde e l’ex centravanti del Pisa Vitaly Kutuzov). Ad inizio ripresa le due squadre sembrano scuotersi. Al 2′ gran discesa discesa di Mannini che favorisce il cross di Peralta su cui Chichizola deve impegnarsi in uscita e respingere di pugno. La risposta dello Spezia è affidata a Più che alza sopra la traversa un imbeccata in verticale di Vignali. Al 5′ la formazione di mister Di Carlo si fa ancora vedere con una conclusione di Pulzetti, bloccata a terra da Ujkani. Al 10′ Gattuso è costretto al cambio per l’infortunio a Samuele Birindelli. Entra Mudingayi, che fa subito sentire il suo fisico si centrocampisti avversari. Gattuso passa al 4-3-3 scalando Golubovic in difesa e proponendo Mannini accanto a Peralta ed Eusepi. Ma le tegole per mister Gattuso non finiscono mai: fuori per infortunio anche Lazzari e dentro il giovanissimo Giulio Favale, classe 98, per lui esordio in serie B. Si fa dura per il Pisa costretto sulla difensiva, con lo Spezia che cerca di approfittare del momento di difficoltà dei nerazzurri, che si coprono molto bene e alla fine vanno anche vicini al gol de la colpaccio con Eusepi, ma sarebbe stato davvero troppo. Il Pisa comunque dimostra di essere solido e alla fine si va a prendere gli applausi del suo meraviglioso pubblico.

CONDOGLIANZE. È scomparsa durante la gara tra Pisa e Spezia la mamma di Massimo Marini, Alida. La nostra redazione si stringe attorno a Massimo e alla sua famiglia. I funerali martedi 27 dicembre alle ore 11 alle cappelle mortuarie di Cascina.

PISA – SPEZIA 0-0

PISA (4-4-2): 1 Ujkani; 14 Birindelli S. (55′ 35 Mudingayi) 15 Del Fabro, 30 Fautario, 3 Longhi (70′ 9 Cani), 24 Golubovic, 8 Verna, 19 Lazzari (73′ 26 Favale), 7 Mannini; 20 Peralta, 23 Eusepi. All. Rino Gattuso. A disp. 22 Cardelli, 12 Giacobbe, 16 Micchi, 17 Salvi, 31 D’Angina.

SPEZIA (4-3-3): 1 Chichizola; 5 De Col, 3 N. Valentini, 19 Terzi, 17 Migliore; 24 Vignali, 8 Signorelli (66′ 25 Maggiore), 30 Pulzetti (70′ 13 Deiola), 10 Piccolo, 29 Granoche, 23 Più (84′ 11 Baez). All. Di Carlo. A disp. 33 A. Valentini, 6 Ceccaroni, 20 Datkovic, 32 Galli, 26 Mastinu, 34 Cisotti.

ARBITRO: Gianluca Manganiello della Sezione di Pinerolo (Ass. Citro-Gori). Quarto uomo ufficiale Chiffi

NOTE: giornata fredda ma di sole, terreno in perfette condizioni. Paganti 4.990 abbonati 2711 per un totale di 7.701 spettatori. Angoli 2-3. Ammoniti 19 Terzi (20′), 8 Signorelli (38′), 3 Longhi (44′). Rec pt 1′, st 4′. Incasso 91.733,52 euro. In tribuna oltre alla famiglia Corrado anche l’ex attaccante del Pisa Vitaly Kutuzov e il giornalista Ivan Zazzaroni.

By