Pisa Sporting Club: l’Associazione Cento è pronta a raccogliere la lodevole iniziativa di Massimo Donati

PISA – L’Associazione Cento interviene sul tema Pisa Sc lanciato recentemente da Massimo Donati: “Sugli organi di stampa abbiamo più volte letto dell’offerta di Massimo Donati di donare alla città i loghi storici e la denominazione Pisa Sporting Club. Applaudiamo questa ammirevole iniziativa e ci proponiamo pubblicamente come soggetto garante dell’operazione, qualora l’AC Pisa 1909 non voglia da subito raccogliere la bella proposta di Donati. Rientrare in possesso di nome e loghi del Pisa Sporting Club, sia quello ovale di Giuseppe Donati degli anni Sessanta, sia quello più conosciuto di Romeo Anconetani, è una questione che da sempre sta particolarmente a cuore a tutti i tifosi pisani. Per questo motivo alziamo la mano noi dell’Associazione CENTO e diciamo PRESENTE! Poter prendere definitivamente in custodia questi “tesori” storici sancirebbe la fine di una parentesi calcistica fatta di 3 denominazioni e 4 loghi differenti, nonché un gesto d’amore per il Pisa ed i pisani da parte di Massimo Donati, che sappiamo essere un grande tifoso nerazzurro da sempre, aldilà delle incomprensioni maturate in passato.

In sintesi noi raccogliamo con entusiasmo l’offerta e vorremmo poter registrare a nostro nome sia la denominazione “Pisa Sporting Club”, sia i due loghi storici, all’unico scopo di proteggerli da ogni eventuale futuro utilizzo da parte di squadre diverse dalla squadra di calcio cittadina, che oggi si chiama AC PISA 1909, ma che domani potrebbe tornare a chiamarsi appunto PISA SPORTING CLUB. Se poi in futuro, una società nerazzurra (e già da ora quella di Battini) volesse usufruire di questo nome e degli storici loghi, saremo ovviamente ben lieti di concederne l’uso sportivo e commerciale a titolo gratuito, a patto che restino di proprietà della città, di cui l’Associazione farà da garante. In questo modo non ci saranno più problemi di mantenimento della nostra storia, anche in caso di sconvolgimenti societari o anche in caso di (non auspicabili) nuovi fallimenti societari. Nella speranza che Massimo Donati voglia compiere questo esemplare gesto nei confronti del popolo pisano, rimaniamo in attesa di un riscontro positivo e ribadiamo la nostra disponibilità a caricarci dell’onere (e dell’onore) di custodire per sempre anche questo pezzo di storia nerazzurra”.

By