Il Pisa è tornato a lavoro: per Gattuso è subito emergenza difesa in vista della gara del Partenio

PISA – Il Pisa non si ferma. Dopo la sconfitta con il Cesena la truppa di mister Rino Gattuso è tornata subito al lavoro nella mattinata di lunedì presso i campi sportivi di San Piero a Grado.

di Antonio Tognoli

Serrare le fila ed iniziare subito a preparare la sfida contro l’Avellino in programma sabato 19 novembre alle ore 15 al “Partenio”. E per il tecnico nerazzurro sarà subito emergenza in difesa, perché oltre alla squalifica di Petar Golubovic, c’è da risolvere anche la tegola Andrea Crescenzi, uscito anzitempo nella gara del “Mannucci”. Il giocatore è sembrato vittima di un guaio muscolare (e rischia un mese di stop) e sicuramente non sarà a disposizione per la trasferta in Irpinia si sabato prossimo. Questa settimana la squadra svolgerà un allenamento al giorno fino a venerdì giorno della partenza per l’Irpinia.

Per i nerazzurri sarà una settimana importante in vista anche della soluzione dei problemi societari, che tutti speriamo si risolva al più presto per il bene di tutti. La situazione si fa pesante di giorno in giorno e le parole di mister Rino Gattuso nel dopo gara di Cesena, non lasciano per niente tranquillo il popolo nerazzurro consapevole della situazione attuale. Per giovedì 17 è fissato il termine ultimo per presentare l’offerta di acquisizione del pacchetto azionario del Pisa da parte dei soggetti interessati: Magico Srl della famiglia Corrado sembra essere in vantaggio su tutte le altre, ma ci sono anche la IPM di Alberto Ruggeri e Maurizio Mian sta alla finestra in attesa di una mossa. Abodi vigila, la famiglia Petroni poi deciderà a chi vendere la società. Sarà una settimana decisiva, di passione, sperando che sia l’ultima di sofferenza e dalla prossima iniziare a sfogliare un altra pagina della storia nerazzurra. Incrociamo le dita.

La foto di Rino Gattuso è di Roberto Cappello

By