Pisa – Viterbese 2-1. Masucci e Di Quinzio affondano la Viterbese. Prima vittoria stagionale per Gautieri

PISA – Il Pisa batte la Viterbese (2-1) conquista la prima vittoria stagionale della gestione Gautieri e segna i primi due gol con Masucci e Di Quinzio. La capolista dell’ex patron Camilli torna a casa a mani vuote.

di Antonio Tognoli

PRE GARA. Contro la Viterbese mister Gautieri riporta Mannini sulla linea degli attaccanti al fianco di Masucci ed Eusepi. Davanti a Petkovic ci sono Ingrosso e Lisuzzo con Birindelli e Filippini esterni difensivi. A centrocampo Di Quinzio viene preferito a Maltese con le conferme di Gucher e l’esordio di De Vitis. La Viterbese non fa sconti e scende senza paura all’Arena. Maglia sgargiante fluorescente e 4-3-3 offensivo. Prima dell’inizio del match minuto di raccoglimento per le vittime del nubifragio a Livorno e la Nord espone applaudendo: “Non sono parole di circostanza ma dette con il cuore, Vicini a Livorno e al suo dolore”.

IL PRIMO TEMPO. Pronti via ed è proprio della Banda Bertotto la prima offensiva con un tiro potente dal limita di Baldassin deviato in angolo da campione da Petkovic. Al 12′ però il Pisa trovava il vantaggio: punizione da sinistra di Di Quinzio che trova in mezzo all’area la pronta girata di Masucci, palla alle spalle di Iannarilli e nerazzurri in vantaggio. L’Arena esplode. La Viterbese a questo punto è in difficoltà. Il Pisa galvanizzato dal gol gioca bene, guadagna applausi e due corner tenendo a distanza la reazione della compagine laziale seguita in Toscana da un centinaio di tifosi. Man mano che passano i minuti la gara si incattivisce e il Sig. Pasciuta sembra tutt’altro che in grado di gestire il match. Sono sei gli ammoniti per falli a volte non proprio gravi.

Nel finale della prima frazione i nerazzurri però sfruttano un indecisione difensiva della Viterbese, Di Quinzio si impossessa della sfera sslta Iannarilli e deposita alle sue spalle: 2-0. Esulta l’Arena. Dopo due minuti di recupero si va al riposo sul 2-0 per i nerazzurri.

IL SECONDO TEMPO. La ripresa prende il via senza cambi. I nerazzurri vanno subito vicini al tris con Eusepi ma il suo destro termina sul fondo. È ancora Pisa e poco dopo su un cross da sinistra ancora Umbertone non arriva di un soffio all’appuntamento con la deviazione a rete. La girandola di cambi inizia intorno al quarto d’ora della ripresa: nella Viterbese dentro Mendez e Bismark e fuori Tortori e Musacci, nel Pisa De Vitis (più che sufficiente la prima in nerazzurro) lascia il posto a Izzillo e poco dopo dentro Zammarini per Birindelli nelle fila nerazzurre mentre pet la Viterbese fuori Vandeputte e dentro Di Paolantonio. Al 19′ la Viterbese trova nella polvere un rigore assai dubbio: il nuovo entrato Bismark va giù dopo un contatto con Filippini. L’arbitro assegnato il penalty che Razzitti trasforma con Petkovic che aveva intuito la traiettoria: 2-1 e partita riaperta. Il Pisa agisce di rimessa e al 67′ Mannini lanciato da Masucci viene anticipato in scivolata dal portiere. Poco dopo è la difesa nerazzurra a doversi salvare in corner su una conclusione ravvicinata di Razzitti. Intanto nel Pisa esce anche Masucci ed entra Maltese.C’è spazio anche per il nuovo arrivato Kabashi nella Viterbese che negli ultimi minuti va alla ricerca del pari con il Pisa che di rimessa avrebbe anche la possibilità di portare a tre il conto dei gol, ma all’83’ Mannini arriva in ritardo a centro area sul traversone rasoterra di Izzillo.

PISA – VITERBESE 2-1

PISA (4-3-3): Petkovic; Birindelli (63′ Zammarini) Ingrosso, Lisuzzo, Filippini; De Vitis (59′ Izzillo) Gucher, Di Quinzio; Mannini, Masucci (72′ Maltese) Eusepi. A disp. Campani, Voltolini, Sabotic, Cuppone, Peralta Carillo, Giannone, Cernigoi, Negro. All. Carmine Gautieri

VITERBESE (4-3-3): Iannarilli; Peverelli, Celiento, Sini, Atanasov, Baldassin, Musacci (58′ Mendez) Cenciarelli (77′ Kabashi) Vandeputte (63′ Di Paolantonio) Razzitti, Tortori (58′ Bismark). A disp. Micheli, Pacciardi, Mbaye, Andrade, Zenuni, Pini, Pandolfi. All. Valerio Bertotto

ARBITRO: Fabio Pasciuta della sezione di Agrigento (Ass. Margheritino e Fantino di Savona)

RETI: 12′ Masucci (P), 42′ Di Quinzio (P) 65′ Razzitti (V, rig.)

NOTE: Giornata di sole con leggera ventilazione, terreno in perfette condizioni. Ammoniti Filippini, Eusepi, Birindelli, Celiento, Atanasov, De Vitis, Peverelli. Espulso dopo il 90′ Kabashi (V). Spettatori 6572 per un incasso di 60. 576,03 euro. Angoli 4-5. Rec. pt 2′, st 5′.

By