#PisaContestPhoto, voto aperto per scegliere tra 12 immagini quella simbolo di “Pisa città ideale”

PISA – Trasformare questo periodo di limitazioni e sofferenze in un’opportunità a favore di una categoria che particolarmente ha subito il disagio delle chiusure e cancellazioni degli spettacoli è il motivo alla base del concorso “2020 l’anno sospeso“, promosso dall’Assessorato alla cultura del Comune di Pisa, il cui bando sarà emesso entro la prossima settimana.

di Giovanni Manenti

Si tratta di un concorso aperto a tutti i cittadini che siano in grado di realizzare opere artistiche multimediali in formato audio-video che mettano in luce l’arte come riparazione, con le stesse ad essere poi pubblicate sul canale Youtube del Comune di Pisa.

Le finalità del concorso – che non prevede né premi né graduatorie di merito – riflettono da un lato l’esigenza di promuovere l’identità culturale ed artistica della città nonostante l’emergenza sanitaria e, dall’altro, di costituire un’antologia di immagini a futura memoria di questo periodo storico, oltre a venire incontro alla categoria degli artisti, a beneficio dei quali è previsto un bonus di partecipazione, riservato solo a coloro che siano nati o residenti a Pisa (o comunque avere in città il proprio domicilio abituale) all’1 gennaio 2020, avendovi altresì svolto in modo continuativo anche se non esclusivo la loro attività nell’ultimo biennio e con un ISEE inferiore a diecimila euro.

Questo concorso esprime un’esigenza che ho tramutato in un video e pertanto chiedo alla cittadinanza di fare altrettanto attraverso una serie di opere a livello amatoriale che consenta ad ogni artista di mettere in risalto quelle che sono state le proprie sensazioni di questo periodo, da lasciare a futura memoria per le prossime generazioni“, afferma Pierpaolo Magnani assessore alla cultura del Comune di Pisa.

Oltre a questo vi è anche la necessità di andare incontro ad un settore quale quello dello spettacolo che più di altr ha sofferto la situazione di emergenza e relativa chiusura delle attività, di cui l’iniziativa di stamane è solo una delle tre idee a supporto, con le altre costituite da un contributo di 50mila €uro a sostegno degli affitti delle Scuole d’arte e/o danza, oltre ad un programma di spettacoli da andare in scena al Giardino Scotto. Ed è così che abbiamo deciso di assegnare un contributo (che può oscillare dagli 830 ai 1000 €uro …) a tutti coloro che vorranno partecipare al concorso, oltre ad avere la possibilità di esprimere la loro arte nelle varie forme, ovviamente da destinare solo a chi rispetta i parametri richiesti dal bando, fermo restando che la partecipazione è libera ed aperta a tutti i cittadini“.

By