“PisaJazz” con i grandi del Jazz Italiano per l’Aquila

PISA – Il Jazz Italiano per l’Aquila, una grande mobilitazione di tutto il jazz italiano per continuare nell’opera di sensibilizzazione indirizzata ad accelerare i tempi della ricostruzione dell’Aquila.

image

L’appello viene dal Ministro Dario Franceschini, dal Sindaco dell’Aquila Massimo Cialente, dal musicista e direttore artistico Paolo Fresu per una forte partecipazione di tutto il jazz italiano ad una giornata in favore della ricostruzione del centro storico dell’Aquila. La risposta del mondo del jazz italiano è stata unanimemente ed immediatamente positiva: a partire dal promotore Paolo Fresu fino ad Enrico Rava, Danilo Rea, Enrico Pieranunzi, Franco D’Andrea, Antonello Salis, Gianni Coscia, Gianluigi Trovesi, Gianluca Petrella, Roberto Gatto, Rosario Giuliani, Rita Marcotulli, Paolo Damiani, Javier Girotto, Pietro Tonolo, Cristina Zavalloni, Roberto Ottaviano (solo per ricordare i primi che hanno risposto all’appello) hanno subito confermato la loro presenza il 6 settembre. Più di 600 musicisti, 110 formazioni e 18 palchi per una maratona di 12 ore di musica in tutta la città.

Tra i sostenitori dell’iniziativa anche il Comune di Pisa, unico comune oltre a quello dell’Aquila, al fianco di grandi sposnsor come S.I.A.E. e Puglia Sounds. Oltre ad essere presente come ente sostenitore, la città di Pisa sarà rappresentata in questa iniziativa da una nuova produzione targata PisaJazz, il progetto di promozione della musica jazz nato da un protocollo d’intesa tra il Comune di Pisa e associazione Ex Wide, già organizzatrice delle rassegne Jazz Wide, con il sostegno della Fondazione Pisa. Nell’anno della candidatura della città a Capitale della Cultura Italiana, il l’amministrazione comunale riafferma dunque la centralità della promozione della musica Jazz come proprio obiettivo culturale strategico.

PisaJazz sarà inoltre impegnata nell’organizzazione attiva dell’evento, contribuendo alla gestione di alcuni dei palchi previsti per i concerti. L’organizzazione complessiva dell’evento è realizzata dalla Associazione I-Jazz (che raccoglie i principali festival e progetti di jazz italiani, e a cui PisaJazz aderisce), unitamente alla Associazione Musicisti Italiani di Jazz (Midj) ed alla Casa del Jazz di Roma.

Ambasciatori della solidarietà pisana saranno Nico Gori e i musicisti del suo nuovo tentetto swing. Questa nuova produzione vede la partecipazione di alcuni giovani musicisti del territorio (fra loro anche alcuni tra i migliori allievi di Gori), al fianco di altri affermati artisti della costa tirrenica. Oltre dunque a Nico Gori (clarinetto, direzione e arrangiamenti), suoneranno Bernardo Guerra (batteria), Nino Pellegrini (contrabbasso), Piero Frassi (piano), Piergiorgio Pirro (piano), Renzo Telloli (sax alto), Leonardo Victorion (sax tenore), Tommaso Iacoviello (tromba), Davide Salvestroni (trombone), Mattia Donati (chitarra, voce), Michela Lombardi (voce).

Nico Gori, rientrato stabilmente in Italia dopo un intenso soggiorno Danese, vanta un curriculum di grandi collaborazioni (Stefano Bollani, Tom Harrell, Fred Hersch, Ole Kock Hansen, Jesper Bodilsen, Morten Lund, Jacob Christoffersen, Simon Spang Hensen, Jacob Fischer, Jesper Lundgaard, Thomas Clausen). Il suo ultimo progetto italiano, è un quartetto a suo nome, con Alessando Lanzoni, Stefano Tamborrino e Gabriele Evangelista, il cui disco è uscito col titolo “Il Gioco dei Contrasti” in allegato a Musica Jazz, riscuotendo un grande successo.

Il tentetto presenterà un repertorio formato sia da brani della tradizione delle big band, di autori come Benny Goodman e Count Basie, sia brani originali dello stesso Gori, sempre ispirata alla tradizione swing degli anni ’30 e ’40. Seppur con un organico ridotto rispetto alla big band classica, gli arrangiamenti, il sound ricercato e la scelta del repertorio sono volti a recuperare quel rapporto tra musica, spettacolo e ballo proprio delle grandi orchestre jazz di quegli anni.

Il tentetto, creato per l’occasione eccezionale di questa maratona musicale, troverà inoltre la propria residenza artistica all’interno della programmazione dell’ExWide Club (ExWide è l’associazione promotrice della rassegna PisaJazz), con un appuntamento fisso a cadenza quindicinale, dal mese di Novembre.

By