“Pisani si nasce, pisani si diventa” dedicato a Mauro del Corso

PISA – È l’arte il filo rosso che legai sei personaggi scelti a rappresentare la pisanità per nascita o acquisita. I premiati saranno Mario Del Tacca, professore ordinario di Farmacologia, Stefano Busti, titolare dell’impresa casearia, Renato Raimo, attore di cinema fiction e teatro, nonché regista.Maria Laura Testi Cristiani, storica dell’arte, Donato Antonio Todisco e l’attore Christian De Sica.

“I loro meriti sono noti a tutti, ma con questo riconoscimento- ha dichiarato la presidente della Giuria Francesca Pacini- vogliamo premiare le doti umane che questi personaggi, per quanto prestigiosi non hanno perduto”. L’assessore Dario Danti ha espresso la sua sua adesione allo spirito del premio che “sottolinea l’importanza del territorio nel definire l’identità e l’appartenenza di un cittadino». La manifestazione è organizzata dall’associazione Pisano d.o.c.presieduta dal Patrizia Paoletti tangheroni, in collaborazione con la Fondazione Cerratelli e con il patrocinio di Comune e Provincia di Pisa. Oltre ai consueti intermezzi musicali della Scuola di Musica Litorale Pisano, vi sarà quest’anno un’esibizione della Compagnia “Movimentoinactor – Teatrodanza” e la brigata dei Dottori allieterà l’evento con la propria partecipazione.

Durante la serata anni verrà consegnato il premio “I grandi Pisani del Piccolo Commercio”, in collaborazione con il giornale “La Nazione” e la Confcommercio, quale riconoscimento agli esercizi commerciali tradizionali della nostra città. “Il criterio di scelta per il conferimento del premio – ha continuato Francesca Pacini – e l’anzianità e il fatto che l’esercizio appartenga ad una stessa famiglia da più generazioni”. Quest’anno il premio sarà dato alla gioielleria Bardelli, operativa dal 1871.

La novità di quest’edizione sarà invece la targa ”Ritrovarsi insieme a Pisa – comunità e associazioni”, che intende dare un riconoscimento a quelle associazioni e comunità che lavorano a Pisa e per Pisa. Quest’anno questo riconoscimento andrà all’associazione “Grazia Deledda” , per il contributo alla vita culturale e sociale della città.

By