Pisano si tuffa nel Trasimeno, ma non fa i conti con gli scogli e finisce in ospedale

CASTIGLIONE DEL LAGO – Una vacanza che un turista pisano di 45 anni non dimenticherà facilmente. In villeggiatura al Trasimeno, poco prima delle 13 ha deciso di fare un bagno al Lido Arezzo di Castiglione del Lago, tuffandosi però in una zona piena di scogli.

Le conseguenze per l’uomo sono apparse subito serie, per «un grave trauma facciale, frattura dello zigomo destro, trauma cranico e distorsione del rachide cervicale». L’uomo, soccorso dal personale sanitario del 118 in servizio a Castiglione del Lago, è stato trasportato al locale ospedale, ma i medici si riservano il trasferimento al S.Maria della Misericordia di Perugia per monitorare le conseguenze dei diversi traumi, che potrebbero richiedere un intervento chirurgico di urgenza.Il codice assegnato dal personale del 118 unico è quello “verde”. La prognosi di 30 giorni.

Si tratta, come ricorda l’ufficio stampa della Azienda ospedaliera di Perugia, del secondo caso accaduto in poche settimane al Trasimeno con villeggianti vittima di infortuni a causa di tuffi eseguiti in maniera sbagliata; il precedente aveva riguardato un turista belga, che aveva riportato lesioni gravi alla colonna per un tuffo in piscina in un agriturismo a Passignano, con ricovero nella S.C. di Neurochirurgia del nosocomio perugino.

articolo tratto da www.umbria24.it

SOTTO IL LAGO TRASIMENO (foto tratta da dreamboxtravel.it)

20130818-172526.jpg

You may also like

By