Pistoiese – Pisa 0-2. I nerazzurri espugnano il Melani con Moscagol e De Vitis

PISTOIA – Il Pisa ottiene la prima vittoria esterna della stagione espugnando Pistoia. Vittoria per 2-0 ottenuta nella ripresa dopo l’espulsione di Muscat e il rigore trasformato dai nerazzurri con il suo bomber Davide Moscardelli che tiene comunque in ansia i tifosi per la sua uscita dal campo al 65′. Il 2-0 lo ha segnato De Vitis riportato da mister D’Angelo a centrocampo sfruttando i minuti di sbandamento degli arancioni rimasti in dieci. Circa mille i tifosi nerazzurri al seguito della squadra di mister Luca D’Angelo hanno dato spettac0lo con due coreografie che hanno dimostrato ancora una volta il loro attaccamento ai colori della squadra, se ce ne fosse bisogno.

 

di Antonio Tognoli

 

PRE GARA. Rispetto alla formazione vista con l’Alessandria dal primo minuto non ci sono Marconi, Gucher e Di Quinzio. Mister D’Angelo propone un poò a sorpresa dal primo minuto Cuppone e conferma Brignani e Liotti assieme a Meroni inj difesa. De Vitis in assenza di Di Quinzio viene traslato a centrocampo che vede anche l’innesto (come annunciato in conferenza stampa) di Marin. In attacco la coppia formata da Moscagol e Masucci. La Pistoiese dell’ex mister nerazzurro Paolo Indiani risponde con un 4-3-1-2. Partono dalla panchina Fanucchi e Cellini, i due uomini più attesi e temuti dal Pisa forse. Subito in campo invece Luca Ceccarelli, ex Entella, il nuovo acquisto degli arancioni. In difesa davanti a Meli ci sono Muscat e l’ex difensore nerazzurro Cagnano. a centrocampo spazio al calcesano Luperini, l’ex Pontedera Regoli e Vitiello. Picchi fa il tre quartista dietro alle due punte Rovini e Latte Lath.

La Curva ospiti riservata ai tifosi nerazzurri

 

La Curva della Pistoiese chiusa per inagibilità

 

I tifosi arancioni costretti a guardare la partita dalla tribuna centrale

 

IL PRIMO TEMPO. La cornice di pubblico al Melani è quella delle grandi occasioni. Più di mille sostenitori nerazzurri sono sistemati nel settore ospiti, qualche tifoso pisano sceglie la tribuna. Insomma come ogni anno al Melani si parla di esodo per i tifosi pisani. Pistoiese in completo arancione, Pisa in maglia nerazzurra. Il primo pericolo è portato dal Pisa verso la porta arancione e porta la firma di Masucci, ma il suo sinistro è bloccato da Meli. Pochi istanti dopo però trema anche il Pisa, perché Rovini va giù in area nerazzurra dopo un contatto con Brignani. L’arbitro però concede solo un corner alla compagine pistoiese. Ma sul corner scaturisce il primo contropiede nerazzurro del match portato avanti da Lisi che mette in mezzo un traversone rasoterra su cui però non arriva Cuppone che cicca la sfera. La gara è gradevole anche se piena di contrasti e quindi molto spezzettata. Ne fa le spese poco dopo il quarto d’ora El Kaouakibi che viene ammonito dopo un fallo da tergo su Cuppone e Marin che al 20′ è costretto a fermare con un fallo Picchi lanciato a rete dopo che Brignani aveva perso una brutta palla sulla tre quarti difensiva nerazzurra. Si incarica della punizione arancione Rovini che con un sinistro potente da 25 metri costringe Gori alla parata. Il portiere nerazzurro si distende sulla propria sinistra e toglie il pallone dall’angolino. Pisa molto impreciso nei disimpegni, molti errori nei passaggi costringono a molti recuperi. Al 28′ è la Pistoiese però a perdere palla e favorire De Vitis che apriva per Moscagol, il quale non ci pensava due volte a calciare dai 23 metri ma il suo destro terminava sopra la traversa. Cala un po’ il ritmo del match dopo la mezz’ora. Al 35′ Cuppone ha una buona opportunità, ma il suo destro dai 20 metri termina alto sopra la traversa. Al 40′ un lancio di Vitiello mette in movimento Lath che controlla e calcia con il destro, tiro telefonato e bloccato facilmente da Gori. Al 45′ il Pisa risponde con un bel destro di Cuppone, palla che termina di poco alta sopra la traversa. Il primo tempo si chiude sullo 0-0 dopo un minuto di recupero. Un pareggio giusto tra due squadre che hanno dimostrato in campo oggi i problemi evidenziati in questo avvio di stagione.

La coreografia dei tifosi del Pisa nella ripresa

 

Il rigore di Davide Moscardelli

IL SECONDO TEMPO. La ripresa parte senza nessun cambio né da una parte né dall’altra. La prima conclusione verso la porta è di Lisi, ma Meli blocca. La svolta della gara è datata minuto 53 quando Muscat stende Masucci in area. L’arbitro non ha dubbi, rigore per i nerazzurri ed espulsione per Muscat. La Pistoiese rimane in dieci. Moscardelli va sul dischetto e spiazza Meli. Pisa in vantaggio, la Curva del Melani può esultare. Il derby sembra tingersi di nerazzurro. La squadra di D’Angelo sfrutta la superiorità numerica e trova ben presto il raddoppio con De Vitis lesto a ribadire in gol con il destro una respinta della difesa arancione su traversone di Lisi da destra. La gara ora è tutta in discesa. Il Pisa però è costretto a rinunciare al suo bomber. Mosca esce dal campo non in perfette condizioni, al suo posto dentro Marconi, ma D’Angelo decide di togliere anche Masucci inserendo Cernigoi. Intanto da parte pistoiese sale la contestazione e i cori anche un po’ ingenerosi contro il tecnico Paolo Indiani. Non succede più nulla nel finale. Sono sette i minuti di recupero. Il Pisa ha la possibilità di triplicare prima con Lisi e poi con Gucher e Marconi, ma Meli con due grandi parate evita che la débâcle assuma per gli arancioni un punteggio più rotondo.

 

PISTOIESE – PISA 0-2

PISTOIESE (4-3-1-2): Meli; El Kaouaakibi, Muscat, Ceccarelli (83′ Dossena), Cagnano; Luperini, Vitiello (66′ Tartaglione), Regoli; Picchi (66′ Forte); Rovini (72′ Cellini), Latte Lath (72′ Fanucchi). A disp. Crisanto, Terigi, Rafati, Sallustio, Dosio, Cerretelli, Pagnini. All. Paolo Indiani.

PISA (3-5-2): Gori; Brignani (72′ Masi), Meroni, Liotti; Zammarini, De Vitis (70′ Gucher), Marin, Cuppone, Lisi; Moscardelli (65′ Marconi) Masucci (65′ Cernigoi). A disp. D’Egidio, Cardelli, Birindelli, Buschiazzo, Izzillo, Di Quinzio, Maffei.

ARBITRO: Ivan Robilotta di Sala Consilina (Ass. Trinchieri-Pacifico)

RETI: 55′ Moscardelli (rig.), 58′ De Vitis

NOTE: giornata di sole, terreno in perfette condizioni. Temperatura intorno ai 24°. Ammoniti El Kaouakibi, Marin, Regoli, Masi. Espulso Muscat al 53′ per fallo da ultimo uomo su Masucci. Angoli 4-3. Spettatori 2028, di cui 923 pisani sistemati in Curva Sud. Rec pt 1′, st 7′.

By