Play-off promozione: la presentazione delle due sfide di semifinale

PISA – Dopo che le gare di andata delle Semifinali Playoff hanno visto il Pisa, vittorioso per 3-0 tra le mura amiche sul Pordenone, ed il Foggia, capace di espugnare per 3-2 il campo del Lecce, calarsi nella veste di favorite per l’accesso alla Finale.

di Giovanni Manenti

Domani, domenica 29 Maggio si disputano gli incontri di ritorno “a campi invertiti” con orari sfalsati, iniziando con la sfida del “Bottecchia” di Pordenone per finire con la gara in notturna allo “Zaccheria” di Foggia. Ma andiamo a presentare nel .dettaglio le due sfide incontri

Ore 16. Pordenone – Pisa: Il Pisa di Mister Gattuso si presenta al “Bottecchia” di Pordenone forte del vantaggio di tre reti maturato nella gara di andata, ma anche portandosi dietro le scorie di una settimana che definire “difficile” a livello societario è un eufemismo, anche se proprio il Tecnico ha ribadito come dette circostanze non influiscano in alcun modo sul rendimento dei “suoi” ragazzi. Nella speranza, pertanto, che non vi siano ripercussioni a livello psicologico, è indubbio che è quasi impossibile prevedere una “débâcle” nerazzurra (perché di questo si tratterebbe …) considerato come, dalla trasferta di Ancona in cui il Pisa venne sconfitto per 2-0, nelle restanti 16 gare disputate – tra campionato e playoff – mai ha subito più di una rete, anche se non bisogna dimenticare che il Pordenone è reduce da una “striscia vincente” casalinga di 6 partite, ivi compresa la gara dei Quarti dei Playoff contro la Casertana. Mister Tedino predica battaglia, da giovedì disputa gli allenamenti a porte chiuse e conta di recuperare gli assenti all’Arena Garibaldi – Ingegneri in primis – per cercare di dar corpo a quella che si presenta sulla carta come una “Mission Impossible”. Stadio esaurito da giorni, con una folta rappresentanza della tifoseria pisana (gli 800 biglietti messi a disposizione son volati via in un solo giorno …) che anche in questa occasione non farà di certo mancare il suo sostegno alla squadra.

Ore 20,45: Foggia – Lecce: C’è il clima delle grandi occasioni allo “Zaccheria” di Foggia – già andati esauriti i tagliandi a disposizione della tifoseria locale – per cercare di continuare il cammino verso quella Promozione in Serie B che oramai manca da quasi 20 anni ed il successo colto in terra leccese sette giorni orsono non ha fatto altro che alimentare ulteriormente le aspettative in tal senso. Mister De Zerbi getta acqua sul fuoco e predica, giustamente, umiltà ed attenzione, poiché il vantaggio di una sola rete non è sufficiente a “garantire” il superamento del turno, visto altresì come il Tecnico salentino Braglia abbia costruito la sua ultima Promozione via playoff nel 2011 con la Juve Stabia avendo sempre la partita di ritorno fuori casa. E’ da attendersi pertanto un “classico” derby al calor bianco in cui avrà partita vinta chi saprà tenere i nervi saldi e gestire al meglio le varie situazioni di gioco, dato che, sostanzialmente, le due formazioni si equivalgono, e basta un niente per “spostare” i relativi equilibri. Auguriamoci solo che prevalga l’aspetto tecnico e non si trascenda in atteggiamenti violenti e/o provocatori che poco o nulla hanno a che vedere con il gioco del calcio.

By