Play-out Lega Pro. Salve Pro Piacenza e Savona. Gubbio e Forlì retrocedono in D

PISA – Come al solito, gli spareggi di fine stagione sfuggono ad ogni pronostico e l’esito dei playout di Lega Pro – Girone B conferma tale consuetudine, costringendo le due squadre (Gubbio e Forlì) meglio posizionate in classifica al termine della “regular season” e che potevano fruire del fattore campo nel match di ritorno, ad un mesto ritorno tra i Dilettanti. Riescono, pertanto, nell’intento di mantenere la Categoria sia il Savona che la Pro Piacenza.

lega_pro

di Giovanni Manenti

Gli emiliani, impegnati nel derby con il Forlì, mantengono inviolata la propria porta – difesa dall’ex nerazzurro Alfonso – al termine di un incontro avaro di emozioni e che li ha visti contenere con sufficiente tranquillità gli attacchi degli avversari, che quasi mai sono riusciti a trovare lo sbocco tra le munite maglie difensive dalla Pro Piacenza per portarsi alla conclusione a rete. Si conclude, quindi, con un pareggio a reti bianche l’ultimo atto di una stagione che, se da un lato condanna i romagnoli alla retrocessione in virtù della sconfitta per 2-1 rimediata all’andata al “Garilli”, dall’altro suggella un’autentica impresa sportiva degli emiliani, da quasi tutti gli addetti ai lavori dati per spacciati ad inizio campionato in virtù della pesante penalizzazione (8 punti poi ridotti a 5 a fine campionato), senza la quale, giova ricordare, la Pro Piacenza avrebbe chiuso il torneo in 12.ma posizione a quota 45 punti.

Più combattuta, anche se con identico esito, si è rivelata la partita svoltasi al “Pietro Barbetti” tra Gubbio e Savona, con gli ospiti, forti del 2-1 maturato all’andata, portatisi in vantaggio dopo appena 3′ grazie ad un preciso rasoterra di Carta dal limite dell’area. La replica degli eugubini si è concretizzata con il pareggio di Rosato in mischia poco prima della mezz’ora e, nella successiva ora di gioco, i padroni di casa hanno a più riprese cercato di superare il bunker ligure nella speranza di trovare la rete che avrebbe significato salvezza, sprecando ad un quarto d’ora dal termine la più ghiotta occasione con Lasicki che alza da pochi passi sopra la traversa un bel cross dell’ex nerazzurro D’Anna. Si conclude così, dopo ben 17 anni, l’avventura degli umbri in Lega Pro (con una breve parentesi anche in Cadetteria), nel mentre festeggiano la salvezza gli ex nerazzurri Scappini e Giovinco, pur se quest’ultimo quest’oggi non impiegato.

Sabato 30.5.2015 – Partite di ritorno Playout Lega Pro – Girone B

Forlì 0 – Pro Piacenza 0;

Gubbio 1 (26′ Rosato) – Savona 1 (3′ Carta).

Questo dunque l’esito del campo che ha condannato Forlì e Gubbio alla retrocessione, fatte salve, chiaramente, le possibili ed oramai consuete – purtroppo …. – variazioni che l’estate porta nella composizione dei campionati per la prossima stagione.

 

By