“Poeti, romanzieri, letterati”, al Palazzo della Provincia la mostra degli ‘ex libris’ della Collezione Caùti

PISA – Nuovo capitolo della serie di mostre tematiche organizzate dalla Provincia, con l’assessorato alla cultura, per la valorizzazione degli ‘ex libris’ della Collezione Caùti, di proprietà dell’amministrazione: inaugurata, proprio nellasede centrale dell’ente, in piazza Vittorio Emanuele (atrio piano terra) a Pisa, l’esposizione, in allestimento fino al 22 marzo, che ha per titolo“Poeti, romanzieri, letterati”. Gli ex libris sono le piccole immagini simboliche (spesso capolavori di grafica in miniatura) che vengono applicate e sulla prima pagina bianca di un volume per indicarne il possessore: questa raccolta ne propone una grande varietà, tutti comunque accomunati da un collegamento tematico con personaggi del mondo della scrittura: o perché effettivamente appartenuti a uno di loro (in vetrina alcuni che furono di Umberto Eco, Goffredo Parise, Leonardo Sciascia); o perché dedicati a un grande ‘artista della parola’ (per esempio recanti il suo ritratto) e appartenuti a un bibliofilo appassionato della sua produzione (ne sono un prestigioso esempio i due ‘intitolati’ rispettivamente a D’Annunzio e Hemingway).

I materiali proposti alla visione del pubblico (accesso gratuito; orario d’apertura da lunedì a venerdi 8-19.15) esplorano un ampio ventaglio di tecniche incisorie e di differenti periodi culturali, mostrando un interessante intreccio di stili e riferimenti iconografici. Non pochi i  ‘pezzi’ rari e di grande valore: preziosi non solo perché ricercati dai collezionisti, ma anche come significativi documenti storici. D’altra parte gli ex libris (utilizzati talvolta anche semplicemente come contrassegno dei volumi catalogati in una biblioteca privata) sono simboli; e come tali si personalizzano secondo il gusto e il pensiero del loro detentore: con figure, riferimenti e motti che vanno a costituire  spesso piccole e raffinate opere d’arte.
By