Polemica infinita Gennai-Scognamiglio. La Lega: “Vogliamo le scuse”

PISA – Quello che può essere definito come “incidente istituzionale” verificatosi tra il Presidente del Consiglio Comunale Alessandro Gennai e la Consigliera Pd Maria Antonietta Scognamiglio nel corso della recente seduta consiliare di giovedì 14 febbraio scorso, è stato oggetto di una Conferenza stampa indetta dal Gruppo della Lega.

di Giovanni Manenti
In sostanza, è stato stigmatizzato il comportamento della ridetta Consigliera che ha determinato una presa di posizione ferma da parte del Presidente del Consiglio Gennai, il quale ha accusato la Scognamiglio di aver proferito offese e minacce nei confronti suoi e del suo staff in relazione al fatto di aver accolto una mozione d’ordine presentata dalla Consigliera di Lega Annalisa Cammellini al fine di discutere immediatamente un atto d’indirizzo proposto dall’Assessore Gianna Gambaccini in ordine all’emergenza abitativa.
Quello che ci preme sottolineare“, ha dichiarato la stessa Annalisa Cammellini,è il comportamento perennemente ostativo da parte dell’opposizione che impedisce al Consiglio di deliberare su atti funzionali tesi a portare benessere, crescita e sviluppo alla città, mentre anche giovedì scorso ci siamo ritrovati per circa 3 ore a discutere sulla posizione personale del Consigliere Laurora, con il fondato rischio di non poter giungere a deliberare una questione importante come quella sollevata dall’Assessore Gambaccini, in quanto riguardava ben 5 famiglie italiane che altrimenti sarebbero restate senza casa, e solo per scongiurare tale ipotesi ho avanzato la mozione d’ordine, peraltro prevista dal regolamento del Consiglio Comunale, affinché ciò non accadesse“.
“Quelle che sono le questioni personali tra Alessandro Gennai e Maria Antonietta Scognamiglio“, precisa il Consigliere di Lega Paolo Cognetti, “riguardano loro stessi, ma ciò che mi preme sottolineare è la gravità politica di quanto accaduto giovedì nella riunione consiliare, poiché mai si era verificato il fatto di assistere ad una figura istituzionale come il Presidente del Consiglio rinfacciare ad un Consigliere Comunale di averlo offeso e minacciato, ed in ordine a tale circostanza, noi come Gruppo consiliare siamo a pretendere innanzitutto le scuse da parte della stessa al Presidente Gennai nel corso della prossima riunione, per poi conoscere quelle che sono le considerazioni da parte del Capogruppo del Partito Democratico Giuliano Pizzanelli in ordine a quanto verificatosi e quali eventuali provvedimenti sia intenzione del Partito assumere nei confronti della Consigliera Scognamiglio, permettendomi di evidenziare come, da parte nostra, si sia provveduto ad espellere il Consigliere Laurora dopo il suo comportamento in occasione del minuto di raccoglimento per il Giorno della Memoria“.
L’impressione è che difficilmente questo Consiglio Comunale possa continuare ad operare, pur nel rispetto delle singole posizioni politiche, con una sufficiente base di armonia e, peraltro, già dalla riunione di martedi 19 febbraio potremmo averne una più o meno precisa testimonianza.
By