Polizia Stradale. “No alla chiusura del distretto di Via Canavari”

PISA – Una denuncia unitaria, quella portata avanti dai Sindacati FSP-Polizia di Stato, UGL Polizia di Stato, Lo Scudo, SILP-CGIL Sap e Coisp e concretizzatasi in una protesta svoltasi venerdì 29 novembre di fronte alla Caserma di via Canavari della Polizia Stradale, a fronte della prevista chiusura della stessa per quanto riguarda la chiusura della stessa nei turni serali e notturni, un’iniziativa assunta al fine di sensibilizzare l’opinione pubblica in merito a quanto stia loro accadendo.

A prendere la parola è Simone Carnasciali, rappresentante provinciale del Sindacato COISP, che evidenzia: “È una decisione che ci lascia sconcertati, forse questa scelta di procedere alla soppressione dei due turni serale e notturno nasce per la volontà di recuperare due unità che presterebbero servizio al Corpo di Guardia presso la sala operativa, ma noi come Sindacati di Polizia, facendo mie anche le prese di posizione degli altri firmatari del volantino, siamo contro ogni forma di chiusura, volendo ricordare come Pisa abbia già pagato in un recente passato un tributo importante a seguito della chiusura del Distaccamento di Volterra, per cui quello di Pisa resta l’unico Presidio di Polizia Stradale nella nostra Provincia aperto 24 ore al giorno, ed al quale possono altresì fare riferimento anche le altre Forze di Polizia presenti sul territorio, considerato inoltre come la Polizia Stradale faccia parte anche della catena della Protezione Civile, e pertanto auspichiamo, rispetto alla prospettata chiusura degli Uffici, un alternativo adeguato potenziamento dell’organico in proporzione ai carichi di lavoro, al fine di garantire un servizio più efficiente per tutti i cittadini ed, al tempo stesso, permettere agli operatori di lavorare meglio e con maggior sicurezza“.

Le nostre preoccupazioni“, conclude Carnasciali, “sono state partecipate anche al Sindaco Michele Conti, il quale ci ha manifestato tutta la sua solidarietà nonché un personale interessamento della questione, circostanza che non può che farci piacere anche perché si tratta, del Primo Cittadino, con l’auspicio che questa nostra protesta odierna possa risultare utile a sensibilizzare sia l’opinione pubblica che la parte politica affinché questo importante Presidio mantenga la sua attuale funzione di servizio pubblico sempre aperto, in quanto la Polizia Stradale resta una delle più importanti specialità della Polizia di Stato“.

By