Polizze Professionali in Toscana: come funzionano

PISA – Le polizze professionali sono da qualche anno obbligatorie per legge per tutti i professionisti operanti in alcune categorie lavorative anche per i residenti all’interno della Regione Toscana.

Come nel resto d’Italia geometri, ingegneri, architetti, commercialisti, chimici, geologi, insegnanti, periti industriali, ragionieri, servizi informatici, tecnici di laboratorio, medici, dentisti, osteopati, veterinari e avvocati sono tenuti a tutelare i propri clienti e pazienti con la stipula di una polizza ad hoc di responsabilità civile per tutti i danni derivanti dall’attività professionale.

È possibile sottoscrivere una polizza professionale tramite gli Albi e Ordini di riferimento della Regione Toscana o della provincia di appartenenza oppure scegliere di farlo in via autonoma confrontando le offerte delle singole compagnie assicurative.

POLIZZE PROFESSIONALI: PER CHI SONO OBBLIGATORIE

Alcune categorie di lavoratori sono tenuti, per obbligo di legge, a sottoscrivere una polizza professionale. La normativa presente impone ai professionisti di stipulare un’assicurazione di responsabilità civile. Si tratta di lavoratori liberi professionisti che necessitano di una tutela per sé e per i propri clienti o di dipendenti sia pubblici che privati che abbiano il bisogno di offrire a sé stessi e al proprio lavoro una copertura aggiuntiva. In linea generica a doversi dotare di una polizza professionale sono geometri, architetti, ingegneri, medici, dentisti, operatori sanitari, avvocati. Ogni tipologia di professione comporta dei rischi, in modo particolare quando si opera nell’area tecnica, sanitaria o giuridica. Maggiori sono le responsabilità del professionista e maggiori sono i rischi in cui un lavoratore può incorrere. Per tutelare il professionista, ma in modo particolare i clienti le assicurazioni di questo genere sono fondamentali, oltre che previste dalla normativa vigente in Italia.

POLIZZE PROFESSIONALI: CHI E’ ESENTE

Le polizze professionali non risultano obbligatorie per i lavoratori che risultano unicamente come dipendenti pubblici. Le strutture pubbliche siano enti o istituti sanitari dispongono di assicurazioni proprie che tutelano utenti e pazienti in caso di richieste di risarcimento. Non sono tenuti a sottoscrivere una polizza di questo tipo nemmeno i professionisti che non sono in attività, che non hanno clienti o pazienti e che non fatturano. È sempre consigliato comunque per un professionista, anche dispensato dall’obbligo, di tutelarsi tramite un’assicurazione aggiuntiva per i casi di colpa grave, non coperti dalle polizze degli enti pubblici, o per le eventualità non comprese dalle stesse.

POLIZZE PROFESSIONALI: COSA COPRONO

Le assicurazioni di responsabilità civile professionale possono essere personalizzate o All Risk. Nel primo caso è in contraente a scegliere per quali casistiche tutelarsi e per quale massimale. Nel secondo caso la polizza invece include tutte le possibilità, tranne quelle espressamente escluse dal contratto. È la seconda tipologia quella preferita dai professionisti per evitare problemi inerenti a casistiche non considerate in sede di contratto. Le polizze professionali coprono i danni ai clienti o pazienti derivanti da comuni errori nello svolgimento dell’attività lavorativa: da errori di calcolo alla perdita di documenti, dai danni per imperizia a quelli per colpa grave.

È COMPRESA LA RETROATTIVITA’ E LA GARANZIA POSTUMA?

Spesso le polizze rc professionali coprono le richieste di risarcimento durante il periodo di copertura della polizza, anche per danni cagionati in un periodo passato. Ad esempio, io posso aver provocato un danno senza essere assicurato, essermi assicurato in un secondo momento, e aver ricevuto richiesta di risarcimento dopo la stipula della polizza. Quali sono le insidie? le polizze possono prevedere un periodo massimo di retroattività, oltre il quale non rispondere: ad esempio ‘sinistri occorsi fino a tre anni prima della data di stipula’. Questa condizione è sempre da prendere in considerazione nel valutare una polizza. La garanzia postuma è invece una copertura aggiuntiva, piuttosto rara, in cui l’assicurazione si impegna a coprire gli ex assicurati che cessano l’attività professionale per un certo numero di anni

POLIZZE PROFESSIONALI: PREZZI DEI PREMI

Le polizze professionali possono avere costi molto differenti in base a molte varianti. Prima su tutte la tipologia di attività professionale svolta: un medico chirurgo dovrà affrontare nel corso della sua attività rischi più elevati rispetto ad un giovane avvocato per esempio. Il costo del premio di una polizza professionale dipende oltre che dal tipo di lavoro anche dalla fascia di fatturato. Per i giovani professionisti sono previsti sconti e premi ridotti come agevolazione. A concorrere alla creazione del prezzo della polizza ci sono inoltre i massimali stabiliti in fase di contratto, le franchigie prescelte, le clausole aggiuntive e non di meno la presenza di sinistri pregressi.

POLIZZE PROFESSIONALI: I PREVENTIVI MIGLIORI

Per trovare i migliori prezzi di una polizza professionale ci si deve dedicare alla ricerca online di preventivi offerti dal servizio gratuito di comparazione delle assicurazioni. In questo modo i professionisti hanno accesso diretto a un numero discreto di preventivi tra cui scegliere per la medesima polizza professionale. Compilando una sola volta la richiesta tramite i siti di comparazione si ha modo di ricevere più preventivi diversi per trovare la migliore offerta.
Le compagnie online e telefoniche sono in grado, avendo costi di gestione molto ridotti rispetto a quelle tradizionali, di offrire prezzi più competitivi per la medesima polizza professionale, motivo per cui sono sempre di più i professionisti che scelgono la rete per stipulare la polizza.

By