Nuovo Polo Integrato per la Salute a San Giuliano Terme: partiti i lavori

SAN GIULIANO TERME – Partiti i lavori per la realizzazione del nuovo “Polo Integrato per la Salute” che darà risposte innovative alle sempre maggiori esigenze del territorio. Il “Polo”, inserito in una struttura all’avanguardia, sia dal punto architettonico che di dotazione scientifica, si configura come un centro di eccellenza a carattere socio-sanitario, particolarmente attento a fornire risposte alle esigenze crescenti diversificate nel campo della salute e dell’assistenza.

Il “Polo”, progettato dalla “Casa della Salute San Giuliano Terme” fondata da Isbem (Istituto Biomedico Euro Mediterraneo S.C.P.A.) e Coopselios (Cooperativa Sociale) a cura degli Architetti della Red Box di San Giuliano Terme, visto dall’alto assomiglierà ad una grande “H”.

Due braccia più lunghe e una specie di passerella a metà, per mettere in collegamento ambulatori e centri
di ricerca, la residenza per anziani e il centro di riabilitazione. Una struttura di oltre 7.400 metri quadrati
in un’area di 50.000 metri quadri che prevede: residenza sanitaria assistenziale, ambulatorio di recupero
e riabilitazione funzionale, presidio di riabilitazione funzionale per soggetti portatori di disabilità
fisiche, psichiche e sensoriali, struttura residenziale destinata ad accogliere i pazienti nella fase post acuta alle dimissioni ospedaliere, cure intermedie, laboratorio di ricerca applicata in scienze cognitive-riabilitative-terapia del dolore, unità di accoglienza permanente, servizi domiciliari e servizi generali.

Con questo intervento – dichiara l’assessore al sociale Franco Marchetti – oltre a dare risposte concrete
alle esigenze del territori, rispettiamo un altro punto del mandato amministrativo che aveva tra gli
obiettivi la realizzazione della nuova Residenza Sanitaria Assistenziale per la quale saranno disponibili tre
moduli per complessivi 60 posti letto, parte dei quali destinati ad accogliere persone affette da
Alzheimer”.

Una struttura fondamentale per il nostro territorio – conclude il sindaco Sergio Di Maio – che consentirà
di offrire cure d’eccellenza a pazienti di tutta la regione. E siamo orgogliosi che il nostro comune possa
diventare un punto strategico della sanità della Toscana e oltre”.

By