Ponsacco – Foligno 0-0. I rossoblù comandano la classifica della serie D, girone E

PONSACCO – Sarà pure la sfrontatezza e l’entusiasmo dei giovani. Ma dopo tre giornate, nel girone E di serie D, l’Fc Ponsacco 1920 guarda tutti dall’alto in basso, forte di uno ruolino di marcia fatto di due vittorie e un pari, sette punti già in cascina e la bellezza di sei gol realizzati e appena uno al passivo, una differenza reti che la pone davanti anche ad Albalonga e Grosseto che, pure, hanno gli stessi punti in classifica.

Cominciano davvero a far paura i ragazzi terribili  di mister Pagliuca e bastava guardare i festeggiamenti veri e sinceri del Foligno dopo lo 0-0 strappato questo pomeriggio al Comunale per rendersene conto: elementi del calibro di Petterini, Fondi e Peluso, che in tre sommano 103 anni e quasi 400 partite da professionisti, contenti come una Pasqua per il punticino conquistato contro i rossoblù, anche oggi scesi in campo in maglia gialla.

Gioia comprensibile e motivata. Perché ha rischiato grosso la “corazzata umbra”, una delle candidate della vigilia per la promozione, contro la banda Pagliuca, che anche oggi è ripartito dal suo ormai classico 4-3-1-2 schierando dal primo minuto una squadra dall’età di 21,3 anni contro gli oltre 25 degli avversari. Che hanno sì dovuto fare a meno del tandem d’attacco Bonaventura-Arras, veri e propri spauracchi per qualunque difesa in categoria, ma potevano contare su elementi di personalità ed esperienza come, appunto, Petterini, Fondi e Peluso.

In campo, però, è stata tutta un’altra musica. L’Fc Ponsacco 1920, infatti, ha preso subito in mano il pallino del gioco rendendosi pericoloso prima (6’) con una conclusione dalla distanza di Prete, poi, al quarto d’ora, con una bella percussione di Apolloni non concretizzata da Tehe che cincischia al momento di concludere e, ancora, al 25’ con l’ennesima sgroppata dell’incontenibile Raimo sul cui traversone Mazroui arriva con un attimo di ritardo. Il Foligno, però, è squadra esperta e l’unica volta che si affaccia dalle parti di Mariani mette paura: prima, al 30’, è bravo il portiere di casa a deviare in angolo una sciabolata di Peluso e poi, sul conseguente calcio d’angolo, Schiaroli incorna di poco a lato.

Scampato il pericolo, l’Fc Ponsacco 1920 schiaccia di nuovo il piede sull’accelerato e nella ripresa, fa correre più di un brivido lungo la schiena dello sparuto drappello di tifosi arrivati dall’Umbria: al 24’, infatti, Noccioli sfrutta un errore in fase difensiva e si presenta solo davanti al portiere Roani che, però, è bravo a restare in piedi fino all’ultimo e sventare la minaccia. Due minuti dopo è la volta di Tehe che, lanciato da Becagli, supera in velocità Colarieti e appena dentro l’area di rigore spara di poco sotto la traversa.

La banda Pagliuca preme e il Foligno sbanda. Ne fa le spese proprio Schiaroli che, al 30’, entra duro su Becagli e rimedia il secondo cartellino giallo e la conseguente espulsione. Con l’uomo in più, l’Fc Ponsacco 1920 schiaccia il piede sull’acceleratore con ancora maggior vigore e al 47’ va di nuovo vicinissimo al vantaggio grazie all’ennesima volata di Raimo che libera in piena aerea Mazroui e Tehe che, però, si ostacolano a vicenda vanificando l’opportunità.

Masticano amaro a fine partita Caciagli e compagni per quel che poteva essere e non è stato. Ma sono in testa alla classifica e l’anticipo di sabato contro il Grosseto sarà scontro diretto per il primo posto. Beninteso, in casa rossoblù l’obiettivo rimane comunque la salvezza. Ma chi lo avrebbe immaginato un settembre del genere, solo due mesi fa.

FC PONSACCO 1920 – FOLIGNO 0-0

FC PONSACCO 1920: Mariani; Raimo, Balduni, Prete (13’st Chelini), Becagli (44’st Di Renzone); Apolloni (1’st Degl’Innocenti),  Caciagli, Mazroui; Papi (29’st Lenzi); Noccioli, Tehe. A disposizione: Lista, Pelliconi, Autieri, Lenzi, Aufiero, Fornaciari. All. Pagliuca.

FOLIGNO: Roani; Colarieti, Schiaroli, Petterini, Bagatini; Pettinelli, Gorini, Settimi (13’ Giabbecucci), Giannò (29’st Kuqi); Fondi, Peluso . A disp. Miccio, Materazzi, Pagliarini, Fuso, Fiki, Piancatelli, Antonelli. All. Armillei.

Arbitro: Di Cicco di Lanciano

By