Ponsacco. È già vigilia della sfida con il Gavorrano. Maneschi avverte: “Sono molto forti”

PONSACCO – “Domani il Gavorrano può anche perdere, e ovviamente io spero vivamente che accada, ma pure una loro sconfitta non cambierebbe di una virgola il mio giudizio su di loro: sono una squadra molto forte e state certi che a fine stagione ce la ritroveremo fra le prime cinque”. Non si fa ingannare dalla classifica l’allenatore dell’Fc Ponsacco 1920 Giovanni Maneschi, che al momento vede i maremmani ancora nei bassifondi nonostante la netta vittoria di domenica scorsa con il Sangimignano.

“L’unico rischio che proprio non corriamo è quello di sottovalutarli – chiarisce subito il tecnico rossoblù -: affrontiamo una delle squadre più forti del campionato, con diversi giocatori d’esperienza che potrebbero tranquillamente stare in categoria superiore e pure con un allenatore (Rigucci ndr), che è un amico, ma soprattutto un uomo che sa di calcio: anche per questo avrei preferito che il suo arrivo fosse posticipato di qualche settimana”.

Massimo rispetto, dunque, per il Gavorrano che domani arriva al Comunale (calcio d’inizio alle 15) alla ricerca di quei punti che gli servono come il pane per tornare quanto prima nelle posizioni che gli competono. Ma anche tanta consapevolezza: “Loro sono sicuramente una squadra importante – scandisce Maneschi – ma noi non siamo da meno e lo abbiamo dimostrato giusto una settimana fa a Bagni di Lucca con il GhiviBorgo, una partita nella quale ci è mancato solo un pizzico di fortuna ma in cui avremmo sicuramente meritato di vincere”.

Mancherà ancora Mazzanti (“Dovrà rimanere a riposo ancora per una decina di giorni” dice il tecnico), ma ci sarà sicuramente Brega, il grande ex della partita, stimatissimo anche in Maremma: “Christian è recuperato al 100% e sarà della partita  – conferma l’allenatore rossoblù -: il duello a distanza con Gomes? Sarà un duello fra due grandi attaccanti: Brega non ha certo bisogno di presentazioni ma anche il centravanti del Gavorrano per me è un calciatore molto importante che, con la sua fisicità, può mettere in difficoltà qualsiasi difesa”.

By