Ponsacco, Presentato Marmugi: “Al cuor non si comanda”

PONSACCO – L’affetto e i legami più forti delle difficoltà, economiche e sportive. Attraggono ancora i colori rossoblù, nonostante le peripezie societarie, almeno coloro che li hanno conosciuti da vicino. Non a caso parte proprio da qui la presentazione di Riccardo Marmugi, dall’inizio della settimana nuovo allenatore del Ponsacco al posto del dimissionario Pagliuca e che domani contro il Grosseto tornerà a sedersi sulla panchina del Comunale, quella che ha occupato per una stagione intera fra il 2010 e 2011 coronata con una salvezza in serie D ai play-out, inutile sul piano sportivo dato che poi il club rossoblù non s’iscrisse comunque al campionato, ma che ha lasciato una traccia profondo nel cuore del tecnico.

“In trent’anni di lavoro nel mondo del calcio, Ponsacco è la piazza che mi ha emozionato di più, lasciandomi legami e amicizie che non si dimenticano – ha esordito Marmugi – ecco perché, nonostante una situazione non priva di difficoltà, non potevo non accettare”.

A scanso di equivoci, Marmugi non era in cerca di una panchina a tutti i costi: dopo Ponsacco è stato a Castelfiorentino, Cerretese e Forcoli e da due anni collabora con il Gozzano, club piemontese di Lega Pro, come responsabile degli osservatori: “Ma a certe telefonate – sorride – non si può dire di no”. Con lui ci sarà il preparatore atletico Alessio Pugi, ponsacchino doc, e già suo braccio destro nel Forcoli, già in forza al club rossoblù nel 2012-13.Un sodalizio nato per caso e divenuto legame che va oltre il fatto meramente professionale: “Con Marmugi sarei andato ovunque, ma lavorare per la squadra della mia città è senz’altro un grandissimo stimolo” dice. Nel ruolo di vice allenatore, invece, è stato promosso Livio Paci, che comunque conserverà anche il ruolo di tecnico della Juniores Nazionale mentre come preparatore dei portieri è rimasto Davide Biancalani.

Domani arriva il Grosseto, una delle corazzate del campionato. “Ho trovato un gruppo spregiudicato e coraggioso, qualità che mi avevano colpito anche osservando la squadra da fuori e che hanno bisogno di essere rivitalizzate con un’iniezione di fiducia – dice Marmugi -. Fisicamente stanno molto bene, segno che chi mi ha preceduto ha svolto un ottimo lavoro”. Contro i maremmani non ci sarà lo squalificato Chelini e gli infortunati Reymond e Pelliconi. A disposizione, invece, Sem Kamana (26 anni), l’ultimo arrivato in casa rossoblù, grazie al lavoro del diesse Jacopo Bartocci e alla collaborazione degli agenti del giocatore Stefano Squitieri e Valentino Viviani. Camerunense di 26 anni, fino dicembre ha giocato nel Tolentino (Serie D girone F): cresciuto nel settore giovanile del Parma, in passato ha vestito anche le maglie di Juve Stabia (una presenza in B con mister Braglia in panchina), Nocerina (Lega Pro), Sersale e Tolentino (Serie D) oltre a un’esperienza allo Gzira United (serie A maltese). Il giocatore è già a disposizione. “Altri rinforzi? Ci siamo lavorando, anche se la situazione non è semplice perché in questo momento non possiamo assolutamente mettere mano al portafogli” spiega Bartocci. Che poi ringrazia l’ormai ex tecnico Luigi Pagliuca “per il lavoro fatto e la professionalità dimostrata: mi è spiaciuto molto per la sua decisione, ma la accettiamo. Ora, però, dobbiamo guardare avanti”.

Nelle foto sopra il diesse Jacopo Bartocci e il nuovo allenatore Riccardo Marmugi

By