Ponsacco – Seravezza 5-1. Tripletta di Brega, i rossoblù tornano a volare

PONSACCOChriatian Brega ricomincia a segnare e l’Fc Ponsacco 1920 ritrova al vittoria battendo di goleada (5-1) il Seravezza e scavalcando la Pianese al secondo posto.

Bastano venticinque minuti ai rossoblù per piegare la resistenza di un Seravezza orfano degli squalificati Rodriguez e Pegollo e sceso al Comunale con il chiaro intento di non prenderle. Obiettivo che va alle ortiche dopo nemmeno sette minuti, tanto quanti bastano al bomber di casa, imbeccato alla perfezione da Remorini, per battere da distanza ravvicinata Cavagnaro con un beffardo “scavino” che supera il portiere versiliese vanamente proteso in uscita. La rete mette le ali a piedi a Brega che si sblocca, dopo tre partite stranamente trascorse a boccasciutta e coincise con altrettanti pareggi dell’Fc Ponsacco 1920, e si scatena.: al 21’ si presenta di nuovo a tu per tu con Cavagnaro ma stavolta il numero ospite dice di no. Il gol, però, è nell’aria e arriva puntualmente al 24’ con l’aiuto di Granaiola che in barriera, tocca di mano in piena area, una punizione di Caciagli. Rigore netto trasformato da Brega che spiazza il portiere.

Avanti di due reti dopo nemmeno un quarto di partita, a Doveri e compagni non resta che gestire e affondare per chiudere definitivamente il compito. Compito eseguito alla perfezione, complice un Brega in stato di grazia che prima (37’) ispira per Castorani (colpo di testa sopra la traversa) e poi, al 13’, della ripresa cala il tris con un diagonale su calcio d’angolo di Caciagli che chiude di fatto la partita e lo porta provvisoriamente al vertice della classifica dei cannonieri con nove reti.

Dopo, però, ci sono altri tre gol. Perché prima (28’) Colombini incorna di potenza di testa siglando il punto del 4-0, poi (33’) Podestà realizza la rete del della bandiera per il Seravezza con una bella girata sotto misura e infine (41’) il giovane Benericetti ci mette il piattone e insacca di precisione il primo gol con la maglia dell’Fc Ponsacco 1920.

Loading Facebook Comments ...
By