Pontedera. “Gazebo tutto l’anno: concertazione insufficiente, impianto sostanzialmente immodificabile”

PONTEDERA – Gazebo tutto l’anno: la direzione è giusta, molto meno il metodo. A parlare è Gimmy Scatassa, presidente di Confcommercio Valdera.

“Era l’ora, questa sperimentazione ripristina finalmente una situazione di normalità per il commercio di Pontedera, come da anni chiedevamo insistentemente. Certo è che il metodo adottato per giungere a questo risultato non può essere definito di autentica concertazione. Basti pensare che l’assessore Pirri ha convocato una conferenza stampa per annunciare il tutto, ancora prima di aver inviato alle associazioni di categoria la bozza di regolamento, tra l’altro, a breve lasso di tempo dalla riunione con tutti i commercianti prevista per giovedì prossimo. Insomma, ci sembra di capire che tutto sia già stato deciso a tavolino e che eventuali rilievi o considerazioni provenienti da associazioni e commercianti avranno ascolto limitato, perché a parte qualche dettaglio, l’intero impianto è sostanzialmente immodificabile”.

image

Scatassa fa alcuni ragionamenti nel merito: “Il pagamento anticipato di tre mesi, un eccesso di burocratizzazione che prevede addirittura la nomina di una conferenza di servizi interna, la stessa tipologia delle strutture obbligate prescelte, sono solo alcuni degli aspetti che meriterebbero una maggiore attenzione da parte dell’amministrazione comunale. Ma tant’è, il treno sembra partito e nessuno disturbi il manovratore. Per ciò che ci concerne, faremo comunque le osservazioni che riterremo più opportune, continuando a guardare fiduciosi verso la meta, a dispetto delle difficoltà del percorso intrapreso”.

By