Pontedera: Licenziato operaio Geofor vedovo e con figlia disabile

PISA – In tempi di crisi gli aspetti umani finiscono in secondo piano. Per “Gravi inadempienze” sostiene la Geofor, un operaio dell’azienda che si occupa della raccolta dei rifiuti, è stato licenziato.

CASO UMANO – La situazione familiare non è delle migliori. I sindacati infatti hanno replicato alla Geofor, che il suo è un “contesto familiare disastroso”. L’uomo è vedovo, in cura per la depressione e sua figlia è una disabile totale. Nonostante questo, l’azienda da due anni lo ha sommerso di provvedimenti disciplinari per inadempienze.

SINDACATI – I sindacati non ci stanno e hanno annunciato una vera e propria guerra alla società di Pontedera. Questo si legge in una nota: “impugneemo in via giudiziaria il licenziamento, perché si tratta di un provvedimento inaccettabile sotto il profilo etico e umano”. Per una situazione del genere è giusto applicare le regole alla lettera e inviare provvedimenti disciplinari?

REPLICA – Non si fa tardare, dunque, la replica di Marconcini, il presidente della Geofor: “Il lavoratore è venuto gravemente meno nel corso di due anni, ai propri lavori.” Nonostante capisca il caso umano, Marconcini sostiene che il licenziamento sia avvenuto per giusta causa. Diritti del lavoratore? Codice dell’azienda? Aspetto Umano? Quale di questi aspetti dovrebbe avere la precedenza in un caso simile?

You may also like

By