Pontedera raggiunto nel finale, il Prato strappa il 2-2

PONTEDERA – Il Prato emula il Viareggio e blocca la capolista Pontedera al “Mannucci” sul 2 a 2. Stavolta però sono i padroni di casa a recriminare e per essere stati raggiunti nel finale di una gara dove si erano trovati con un uomo in più e in vantaggio di 2 reti.

Finalmente lo stadio pontederese presenta un discreto colpo d’occhio,con code ai botteghini anche dopo il fischio d’inizio. Il Pontedera deve fare a meno di Vettori, infortunatosi a Pisa e Verruschi, precauzionalmente in panchina, discretamente sostituito da Romiti. Passa qualche minuto e Baiocco blocca la conclusione centrale di Arrighini su lancio del solito Grassi. L’azione sarà il prologo di ciò che accadrà al 10 minuto. Il Prato non resta a guardare e cerca di rendersi pericoloso per vie centrali con Lanini, oggi incontenibile, che costringe la difesa avversaria ad un paio di salvataggi con Romiti protagonista. Il centrocampista ospite Serrotti diventa protagonista in negativo della gara, prima facendosi ammonire per gioco scorretto a centrocampo e successivamente viene espulso dall’arbitro Baldicchi, per un intervento da dietro su Arrighini lanciato a rete da una rapida triangolazione del solito Grassi. Rigore ed ospiti con un uomo in meno. Sul dischetto il n°10 granata batte un rigore perfetto per il vantaggio della capolista. Il Prato accusa il colpo, si innervosisce, faticando a contenere le ripartenze di Arrghini e compagni. I lanieri rischiano spesso di farsi trovare sbilanciati, senza riuscire a creare seri problemi alla difesa granata. Silva Reis e Tiboni perdono diversi palloni costretti spesso a giocare spalle alla porta, risultano macchinosi e prevedibili. Con i 2 uomini più offensivi resi impotenti, la squadra di Esposito prova invano a creare pericoli dalle fasce, in particolare con il capitano De Agostini ma colleziona solo qualche innocua punizione. La manovra pontederese guida dal solito Grassi ben supportato da Caponi manda a vuoto il centrocampo biancoazzurro, come dimostra l’ammonizione di Lanini e il tiro dello stesso Caponi dal limite provvidenzialmente deviato in angolo. Le occasioni latitano ma nelle rare sortite in cui il Pontedera accelera i pratesi sbandano paurosamente. Al 27′ Regoli vede l’allungo di Arrighini sul vertice dell’area; l’attaccante si gira e di prima intenzione calcia piazzando la sfera nel set alla destra di un incolpevole Brunelli. Poco dopo Grassi ha il tempo di calciare dal limite ma stavolta Brunelli devia nell’angolo basso. La gara sembra chiusa e i ragazzi di Indiani hanno in mano la gara, dettando a piacimento i ritmi che inevitabilmente scendono. Arrighini sfiora la doppietta avventandosi su un pallone vagante che rimbalza al limite, ma il Prato sventa la minaccia. Dopo un ottimo spunto di Pastore, fermato sul vertice in piena area prima della conclusione e diversi off-side , di cui almeno un paio discutibili, fischiati ad Arrighini, avviene l’inatteso patatrac. Siamo al termine del primo tempo, su un rilancio dei lanieri Pezzi appoggia di testa per Gonnelli che cerca di allungare debolmente per Ricci, il portiere risulta in ritardo e il retropassaggio é troppo debole, Lanini si inserisce con il destro e beffa entrambi. Gli uomini di Indiani accusano il colpo, tanto che poco dopo Lanini servito da Reis calcia debolmente in piena area e Ricci blocca a terra, in uno dei suoi pochi interventi del derby. Si capisce subito che la rete di Lanini condizionerà pesantemente la ripresa. Si ricomincia senza cambi. Il primo tiro è di Bartolomei al 50′, Brunelli non ha problemi. I locali continuano a manovrare cercando di allargare il gioco con un palleggio prolungato, ma gli ospiti hanno ritrovato oltre al morale anche compatezza tattica. A centrocampo regna l’equilibrio e la superiorità numerica granata non si vede. Oltretutto il Prato capisce che ogni pallone vagante o traversone in area pontederese crea paura per il precedente errore. Romiti perde ingenuamente il pallone ma viene graziato dall’arbitro che gli concede una benevola punizione a favore. Gli ospiti però devono stare attenti alle solite “volate” di Arrighini che al 60′ parte da centrocampo, supera il diretto avversario ed effettua un cross rasoterra arretrato per l’accorrente Di Noia che spara alto all’altezza del dischetto. Un minuto dopo entra Cavagna per Silva nel Prato. Buono spunto di Grassi che dopo aver recuperato palla, salta un difensore e si guadagna una punizione dal limite, malamente sprecata. Al 64′ ammonito Grifoni per proteste. La stanchezza comincia a farsi sentire e ad accusarla di più sembrano i ragazzi di Indiani, costretti ad arretrare il baricentro. Il Pontedera non riesce più a tener palla, ma pur faticando non concede grosse occasioni agli ospiti che però esercitano un predominio territoriale costante, collezionando angoli e reclamando un rigore per un mani in area. Di Noia preda dei crampi viene sostituito da Settembrini, il quale appena entrato trova splendidamente con un lungo lancio Grassi che in area calcia di prima intenzione cogliendo l’esterno della rete. Successivamente all’ammonizione per Gonnelli avvenuta al 77′, il pari ospite. Lancio lungo del n°4 biancoazzurro Roman per l’accorrente Lanini che con disinvoltura si libera di Gonnelli e beffa Ricci in uscita con un tocco morbido? In un “Mannucci” gelato Indiani ,che teme forse di poter anche perdere la gara, ordina un doppio cambio con D’Agostino al posto di Pastore e Picone in sostituzione di Bartolomei mentre il Prato cambia Corvesi con Cela otre a Saitta con Grifoni. Al 90′ dopo aver concesso 5 minuti di recupero, l’arbitro ammonisce Tiboni. Ultimo brivido per i locali in pieno recupero, su una punizione laterale di Caponi, gli ospiti rilanciano per Lanini che dopo essersi fatto tutto il campo, serve a centro area Cavagna anticipato provvidenzialmente Ricci. L’ultima occasione però é granata, con Picone che protegge il pallone servendo al limite per D’Agostino, il tiro trova le mani di Brunelli. Dopo il triplice fischio tutti a prendersi gli applausi degli spettatori ma inutile negare che per il Pontedera si tratta di due punti gettati al vento. Ora un doppio rilevante banco di prova contro Frosinone in trasferta e Nocerina in casa che potranno dire molto sulle ambizioni dei ragazzi di Indiani.

PONTEDERA: Ricci, Regoli, Pastore (dall´82´ D´Agostino s.v.), Pezzi, Gonnelli, Romiti, Bartolomei, (dall´82´ Picone), Caponi, Arrighini, Grassi, Di Noia, (dal 74´ Settembrini). A disp. Lenzi, Galli, Spada, Verruschi. All. Indiani

PRATO: Brunelli, Corvesi, (dall´82´ Cela), De Agostini, Roman, Malomo, Ghinassi, Grifoni, (dall´89´ Saitta), Serrotti, Tiboni, Silva, (dal 58´ Cavagna), Lanini. A disp. Layeni, De Pasquale, Papini, Benedetti. All. Esposito

ARBITRO: Bernicchi di Città di Castello

RETI: 10´ Grassi (Rig.), 26´ Arrighini, 36´ e 80′ Lanini.

NOTE: spettatori 1200 circa. Ammoniti: Lanini, Grifoni, Tiboni, Gonnelli. Espulso al 10´ Serrotti per somma d´ammonizioni. Recupero 2´ e 5´.

I tifosi pratesi presenti a Pontedera

PISA 085Granata a centrocampo dopo il gol laniero
PISA 086I granata,nonostante la delusione,raccolgono gi applausi dei tifosi a fine garaPISA 088

By