Potenziamento ferroviario Pisa-Firenze, il consiglio regionale approva la mozione. Filippeschi: “Tra Pisa e Firenze un’area metropolitana europea che merita collegamenti moderni”

PISA – “Finalmente un fatto politico di respiro veramente strategico. Ci voleva. La mozione, passata con voto unanime, è un grande passo in avanti, un atto d’indirizzo e uno strumento di lavoro. Rilancia obiettivi già fissati ma inattuati e dà nuove prospettive”.

Così il sindaco di Pisa Marco Filippeschi commenta la mozione approvata oggi in consiglio regionale per il potenziamento delle tratta ferroviaria Pisa-Firenze che chiede un maggior numero di treni veloci, biglietto integrato con gli altri mezzi di trasporto, migliore integrazione treno-aereo ricalibrando anche gli orari, masterplan che prevede la possibilità dell’inserimento di una nuova linea ferroviaria dedicata Pisa-Firenze per diversificare dai servizi per gli utenti a medio-lunga percorrenza (quelli che non fanno fermate intermedie) ai servizi per pendolari.

“Pisa ha fatto la sua parte con i grandi investimenti per l’aeroporto e con la prossima realizzazione del People Mover. Ricordo che l’accordo di programma per la nuova navetta Stazione-Aeroporto è sottoscritto anche dalla Regione e da Ferrovie dello Stato. Sta dentro una strategia di potenziamento, velocizzazione e miglioramento qualitativo dei collegamenti fra Pisa e Firenze. Stesso impegno di potenziamento ha preso il Ministero dei Trasporti. Ora servono scelte conseguenti e veloci, superando ogni indecisione, integrando gli atti di programmazione regionali. Dire che i collegamenti oggi sono inadeguati è usare un eufemismo. Perciò la mozione, molto chiara, aiuta. Inoltre, c’è scandito l’obiettivo strategico, per me fondamentale, di un Master Plan per una nuova infrastruttura ferroviaria, un grande investimento in ferro e innovazione, che aumenti di molto la capacità sulla tratta Pisa – Firenze. Questa è una prospettiva che deve diventare realistica. Ci sono tutte le ragioni perché lo sia. Le forze economiche e sociali devono sostenerla”.

“La vera area metropolitana di dimensione europea della Toscana sta fra Firenze e Pisa e la Toscana costiera – sottolinea il Sindaco – merita collegamenti moderni, al massimo delle possibilità tecnologiche. Il sistema aeroportuale toscano e il collegamento della costa con l’alta velocità ferroviaria, con tutte le potenzialità economiche che sappiamo, sono un asset futuro importante per l’Italia. Vogliamo che questa realtà sia riconosciuta”.

By