Potere al popolo della Valdera. Non parteciperà a discussioni pubbliche

Pontedera – Potere al Popolo della Valdera ha deciso di non presentarsi al dibattito esprimendo la sua indignazione per la presenza in questa campagna elettorale di formazioni che si rifanno espressamente a culture politiche condannate dalla Costituzione Italiana e dalla legge Mancino. Il neofascismo ha espresso il suo vero volto nelle stragi che hanno attraversato gli anni ’70, e oggi in tutta Europa assistiamo all’emersione di una marea nera che solo in Germania lo scorso anno è stata il teatro di 3500 aggressioni nei confronti di ebrei, immigrati, centri di accoglienza, associazioni.

Stupisce che i mezzi di informazione, espressione della capacità di discussione aperta e franca, democratica e costituzionale, ci propongano dibattiti nei quali è impossibile partecipare a sinceri democratici e antifascisti, mancando le basi minime per lo svolgersi di un riconoscimento reciproco come interlocutori.

Potere al popolo Valdera non parteciperà a discussioni politiche pubbliche fino a quando queste formazioni non accetteranno fino in fondo le regole democratiche, ovvero firmeranno un documento nel quale esprimeranno la distanza dal fascismo, antisemitismo, xenofobia e razzismo come nella delibera per la concessione degli spazi pubblici del Comune di Pontedera.

Invitiamo pertanto i responsabili dell’emittente a pronunciarsi in tal senso. In attesa di un chiarimento noi non saremo presenti a dibattiti senza queste garanzie democratiche minime.

By