Potere al Popolo: “Presidio contro l’apertura della sede di Casapound a Pontedera”

PISA – Riceviamo e pubblichiamo il comunicato di Potere al Popolo Valdera e Provincia di Pisa.

“Abbiamo appreso la notizia dell’apertura di una sede di Casapound sabato 15 dicembre alle 18 in via Manzoni a Pontedera. Troviamo intollerabile che ad una forza fascista razzista ed eversiva come Casapound sia permesso di aprire sedi, a maggior ragione a Pontedera che e’ il simbolo di tante lotte operaie ed ha una storia democratica importante per tutta la regione Toscana. Il radicarsi di Casapound non può passare inosservato, tutte le persone e le forze antifasciste sono invitate a manifestare il loro dissenso. Potere al Popolo Valdera ci sara’, come sempre, perché l’antifascismo è una pratica quotidiana da tenere sempre viva, specialmente in una nazione che è già stata vittima della disumanita’, dei soprusi, dei crimimi dell’ideologia e del regime fascista. Ma l’Italia e’ anche un paese dove, nonostante questo, nonostante le leggi e gli articoli della Costituzione, troppe volte politici, partiti, organizzazioni, anche di centro-sinistra, istituzioni, collettivita’, hanno tollerato l’apologia di fascismo limitandosi solo a parate di facciata ma permettendola di fatto, consentendo così lo sdoganamento e il ritorno di una certa mentalità e di certi atteggiamenti che purtoppo ci hanno portati al punto dove siamo. E’ un paese purtroppo dalla memoria corta e dove non sono mai stati fatti processi veri e propri, il che ha permesso ai fascisti di continuare a essere presenti nelle istituzioni, e nonostante la demagogia, di difendere gli interessi forti fomentando violenza e lotte tra poveri. Per rispetto di chi ha lottato e dato la vita per consegnarci la liberta’, per una questione di democrazia, di umanita’, perche’ le nuove generazioni possano vivere in una societa’ migliore, pacifica, solidale, economicamente e socialmente giusta, come Potere al Popolo, porteremo avanti questa battaglia a 360 gradi, nelle strade e nelle piazze, ma anche nelle sedi istituzionali, perché le leggi siano fatte davvero rispettare e se ne facciano anche di più severe in materia di antifascismo, perché a organizzazioni come Casapound, Forza Nuova e simili non sia permesso di avere spazi pubblici, partecipare a elezioni, ma anche semplicemente di esistere, perché sono organizzazioni fasciste nella forma, nella sostanza e nei metodi, e nemmeno tanto mascherate. E la ricostruzione del partito fascista e l’apologia di fascismo sono vietate dalla Costituzione. Ci vediamo sabato 15 dicembre alle ore 15 in piazza Cavour con tutte le persone, le associazioni, i movimenti, le organizzazioni civili, democratiche, umanitarie, antifasciste, perché la storia non si ripeta. Non possiamo sottovalutare il pericolo, rimanere indifferenti sarebbe essere corresponsabili”.

By