Potresta al Carcere Don Bosco: agente intossicato

PISA – Da alcuni giorni i detenuti della Casa Circondariale di Pisa hanno messo in atto una forma di protesta pacifica contro le disumane condizioni carcerarie, consistente nel rifiuto del vitto fornito loro dall’Amministrazione Penitenziaria e “battendo” contro le inferriate delle loro celle.

carcere don bosco.

Ieri (10/04/2014) questa protesta è degenerata in quasi tutte le sezioni del “Don Bosco”ma il peggio è stato sventato nella sezione “1° piano giudiziario”, dove alcuni detenuti di origine tunisina hanno dato fuoco a materassi, lenzuola e coperte.

In pochi minuti l’intero reparto giudiziario si è riempito di fumo, mentre gli agenti hanno spento le fiamme e messo in sicurezza la sezione.

Un Agente è rimasto intossicato ed è dovuto ricorrere alle cure ospedaliere.

A tal proposito la Segreteria Provinciale OSAPP (Organizzazione Sindacale Autonoma Polizia Penitenziaria) di Pisa dichiara: “Solo il pronto intervento e la professionalità degli agenti di Polizia Penitenziaria hanno evitato che tale gesto potesse avere conseguenze ancora più gravi, e questo deve far capire che la Polizia Penitenziaria Pisana, nonostante la carenza di organico e le note difficoltà, svolge brillantemente il loro servizio a difesa della collettività ed anche a difesa dei diritti dei detenuti, mantenendo fede ai valori che distinguono il nostro Corpo di Polizia. Infine vogliamo esprimere solidarietà al collega rimasto intossicato”.

You may also like

By