Il nuovo Prefetto Giuseppe Castaldo incontra la stampa: “Onorato e orgoglioso di questa nuova mansione”

PISA – Coesione, sinergia e collaborazione per lo sviluppo del territorio sono i cardini che il nuovo Prefetto di Pisa, Dr. Giuseppe Castaldo, intende sviluppare nel corso del suo mandato presso la nostra Provincia e partecipati agli Organi di Stampa nel corso di un colloquio quanto mai cordiali svoltosi questa mattina presso la Prefettura, in Piazza Mazzini.

di Giovanni Manenti 
Mi sono insediato da appena 48 ore – esordisce il Dr. Castaldo – ma ho avuto già modo di incontrarmi con le Forze dell’Ordine, il Sindaco Michele Conti e l’Arcivescovo Benotto quale primo approccio ad una nuova realtà, cui intendo dare seguito muovendomi sul territorio per conoscere personalmente non solo i Sindaci ma anche ogni comunità, recandomi altresì nei prossimi giorni presso i vari Enti locali“.
Non posso certo dirmi preoccupato per l’incarico ricevuto”, prosegue il nuovo Prefetto, “anzi ribadisco che mi sento onorato ed orgoglioso per questa nuova mansione, ho lavorato per due anni in Sicilia dove ho svolto le funzioni di Prefetto di Siracusa e pertanto quella di oggi rappresenta per me una nuova sfida e mi auguro che tutto il mio bagaglio di esperienza, maturato sia nelle Amministrazioni Centrali che negli Enti Locali, avendo spesso rivestito la carica di Commissario in alcuni di essi, in quanto sciolti per motivi di ordinanza, tra cui Amalfi, un’altra Repubblica Marinara al pari di Pisa, possa essere utile per svolgere la mia missione qui a Pisa“.
Sotto l’aspetto comportamentale – continua il Dr. Castaldo – intendo muovermi su varie linee, dando innanzitutto priorità a sicurezza e legalità al fine di dare risposte concrete ai cittadini ed alla comunità, ed in tal senso già abbiamo fatto l’altro ieri un primo Comitato per un esame complessivo ed una valutazione della situazione in ambito provinciale, al quale seguiranno altri incontri nell’ottica di lavorare sulla percezione di sicurezza attraverso la collaborazione di tutti, poiché non si tratta di una problematica da demandare esclusivamente allo Stato, ma devono fare la loro parte anche gli Enti locali, utilizzando altresì la tecnologia, come i sistemi di videosorveglianza che sono utili per le Forze dell’Ordine sia in fase preventiva che di accertamento di responsabilità
Mi prefiggo, infine“, conclude il Prefetto, “di rafforzare la coesione tra le Istituzioni, non solo con gli Enti Locali ed i relativi Sindaci, ma anche con tutti i soggetti che possono contribuire a migliorare la vita dei cittadini, ed in questo caso sono ben favorevole al cosiddetto “sguardo di vicinato” per far sì che anche i singoli abitanti si sentino partecipi di questo compito, avendo poi modo di affrontare, nel corso del mio mandato, i singoli temi e le singole questioni, potendo comunque sin d’ora assicurare che il mio operato sarà caratterizzato da un senso di umiltà. ma anche di determinazione, di voglia di collaborare e di cooperare, mettendomi a disposizione del territorio” …
By