Premio della traduzione: il Mibac premia Edizioni ETS

PISA – A Roma le Edizioni ETS hanno ritirato il prestigioso premio della traduzione 2018 per l’impegno nella diffusione di traduzioni italiane di testi storici, filosofici, letterari. 

I premi per traduzioni in lingua italiana e in lingue straniere dall’italiano assegnati fanno riferimento alla diffusione della lingua italiana all’estero a sostegno delle celebrazioni e delle risorse messe a disposizione dal Ministero per i Beni culturali per celebrare e diffondere l’opera di Leonardo da Vinci nel mondo.

Il decreto di assegnazione dei premi elenca i seguenti vincitori: Sophie Henderson, Andrea Landolfi, Li Jingjing, Alejandro Patat, Evgenij Solonovic, Wang Jun, la Casa editrice anDante, la Casa editrice Auieo e la Casa editrice ETS.

Motivazione per la casa editrice ETS: “Per l’impegno profuso nella diffusione di traduzioni italiane di testi storici, filosofici, letterari fondamentali nella storia del pensiero e della cultura europea ed extraeuropea”, viene premiata la Casa editrice ETS. Si tratta di un esempio di “curiosità intellettuale” e “apertura dell’editoria italiana nei confronti di tradizioni altre”.

La Commissione segnala in particolare alcune opere tra cui la traduzione di Paolo Cristofolini dell’”Etica” di Spinoza, la traduzione di Heiz Widerpost di “Professione di fede epicurea” di Schelling e la traduzione di Laura Cremonesi di “Studi di filosofia antica” di Hadot. La casa editrice ETS – si legge nella motivazione della Commissione – si distingue come esempio della curiosità intellettuale e dell’apertura dell’editoria italiana nei confronti di tradizioni altre che hanno grande impatto e influenza su differenti branche della cultura italiana”.

By