Presentata la rassegna Anima Mundi. Harding: “Onorato di essere qui”

PISA – Presentata presso il Camposanto monumentale la 18esima edizione di “Anima Mundi“, rassegna internazionale di musica sacra organizzata dell’Opera della Primaziale Pisana con il contributo della Fondazione Pisa e del Comune di Pisa ed il sostegno fi Gi-Group, agenzia per il lavoro.

di Giovanni Manenti

La manifestazione, che avrà luogo dal 7 al 20 settembre prossimi, vede quest’anno la rilevante novità della variazione nel direttore artistico, con Daniel Harding, uno dei più famosi Direttori d’orchestra contemporanei, a rilevare il ruolo che per 12 anni è stato ricoperto con eccellenti da un altro Maestro inglese, vale a dire Sir John Eliot Gardiner.

La Rassegna si aprirà il prossimo 7 settembre con un Concerto in Cattedrale su musiche di Johan Sebastian Bach, Andrea Baratti e Giovanni Carlo Maria Clerici, per poi proseguire nelle due settimane successive con musiche di Mozart, Schubert, Liszt, oltre a composizioni di giovani musicisti, le cui opere saranno poi valutate da una apposita Giuria e premiate alla fine della Rassegna.

“Anima Mundi nasce da una mia idea quando fui eletto Presidente dell’Opera della Primaziale Pisana – afferma Pierfrancesco Pacini – il cui primo Direttore fu il Maestro Sablich, cui dopo un quinquennio, si è avvicendato il Maestro Gardiner che ha diretto la Rassegna per 12 anni, portandola ai più alti livelli internazionali. Da quest’anno, ha accettato di ricoprire il ruolo di Direttore Artistico della Rassegna il Maestro Daniel Harding, giovane e famoso Direttore di livello mondiale, cresciuto alla Scuola di Sir Simon Rattle e Claudio Abbado ed avendo iniziato l’attività a meno di 20 anni”.

“Ringrazio il Presidente Pacini per questa opportunità di presenziare ad un’iniziativa che per l’opera della Primaziale rappresenta un fiore all’occhiello e di valorizzazione per la città -stante il valore internazionale della stessa – esordisce il Sindaco Michele Conti – per la quale l’amministrazione comunale non farà mancare il proprio contributo, anche se non in termini di eccessivo sostegno economico, dovendo dare priorità a coloro che sono in condizioni precarie e che hanno bisogno della nostra assistenza”.

“I programmi evidenziano la conferma di artisti ed alcune novità che devono essere trovate nelle linee generali, dice Daniele Spini – rilevando che Anima Mundi è il centro della Musica Sinfonica in Toscana, con una rassegna molto varia nel suo programma che è sempre stata una caratteristica di questo Festival. Dal punto di vista delle novità la più rilevante è costituita da una grande presenza di giovani, sia come interpreti che come compositori, cui si abbina il fatto di essere quest’anno collocata all’interno della recente ristrutturazione del Camposanto monumentale che ha donato di nuovo a Pisa una delle sue bellezze artistiche”, conclude Spini.

“Ricordo il traguardo dei 18 anni di Anima Mundi – afferma Guido Corti – che lo ha fatto divenire un evento di assoluto rilievo a carattere internazionale, l’eccellente collaborazione con il Maestro Gardiner e la scelta caduta sul Maestro Harding per la sua sostituzione deve essere inquadrato nell’ottica di un rinnovamento generazionale per un programma che sempre più tiene conto della presenza dei giovani”.

“Questa Piazza ha una connotazione storica con un ruolo fondamentale sia per la Religione che per l’Arte, ma è anche un punto di riferimento per scienziati come Galilei e Fibonacci – dice Daniel Harding – che mi ha emozionato sin dalla prima volta che sono venuto a Pisa 8 anni fa, invitato dal Maestro Gardiner. La musica deve adeguarsi al luogo dove la stessa viene suonata e Piazza dei Miracoli è una collocazione unica al mondo per questo tipo di festival e per me è un grande onore essere stato nominato Direttore Artistico della Rassegna ed è mia intenzione presentare un programma che, pur avendo come base la musica sacra, possa portare una visione diversa di tale repertorio. Ribadisco come per me sia un onore essere seduto qui assieme a tante persone importanti, così come sarò onorato di aderire alla vostra richiesta di fare parte della Commissione che valuterà e premierà le migliori composizioni a tema da parte dei giovani che si stanno sempre più avvicinando a questo panorama musicale”.

By