Presentata la webmapp e la app per l’accessibilità turistica a Pisa

PISA – È stata presentata presso la Chiesa della Spina la webmapp e la App di accessibilità a Pisa a livello turistico.

di Giovanni Manenti

“Quando si parla di accessibilità per tutti si deve far presente come al giorno d’oggi non si possa fare pubblicità turistica senza affrontare la responsabilità di abbattere ogni tipo di barriera fisica o culturale – dice Paolo Pesciatini assessore al commercio e al turismo della città di Pisa – che possa impedire o quantomeno limitare la possibilità di ognuno di fruire delle bellezze che Pisa offre. Ed in questa ottica la città deve dotarsi di quei servizi che possano favorire questa opportunità, così come abbattere uno scalino o spostare un cartello altro non è che una forma di accoglienza e solo al momento in cui avremo preso consapevolezza di ciò potremo dire che Pisa sia diventata una città aperta ad accogliere ogni tipologia di turisti, ed il progetto ITACA che oggi presentiamo è un passo importante in questo senso”, conclude Pesciatini.

“Per le persone disabili afferma l’Assessore Rosanna Cardia – la possibilità di usufruire di un progetto che può essere utilizzato tramite smartphone consente loro di avere un quadro immediato dei luoghi dove vi sono strutture da loro utilizzabili, così come per le barriere architettoniche occorre abbattere principalmente quella mentale da parte di coloro che ritengono che favorire le persone disabili possa arrecare un danno alla città, mentre viceversa è assolutamente vero il contrario poiché se non diamo opportunità a tutti non possiamo dirci una città accogliente per i turisti nel loro complesso”.

“La disabilità è un problema nostro e noi come Amministrazione Comunale non possiamo che essere parte diligente per favorire il più possibile lo sviluppo di questo progetto – afferma Gianna Gambaccini – del quale, come Presidente della Società della Salute, non posso che essere orgogliosa, vista la nostra veste di Ente Capofila dell’iniziativa, nella speranza che la stessa si possa ampliare con l’adesione di sempre maggiori imprese al fine di far sì che una città che più di ogni altra abbatte le barriere non fa altro che incrementare la propria offerta turistica ed attirare sempre maggiori visitatori, ancor di più se si considera la veste di Pisa come punto di elevata attrazione turistica”.

By