Presentato il cartellone degli eventi del Teatro Verdi di Pisa. Presente anche il Sindaco Michele Conti

PISA – Un programma ricco, in sintonia con quanto già messo in scena negli anni scorsi, quello presentato giovedì 28 giugno, presso il Teatro Verdi di Pisa. Alla presentazione del cartellone era presente il nuovo Sindaco di Pisa Michele Conti.

di Giovanni Manenti

GUARDA L’INTERVISTA ALL’AVV. GIUSEPPE TOSCANO

Le inaugurazioni delle varie stagioni avranno luogo a partire dal prossimo 6 ottobre l’apertura della stagione di Prosa con “Beatitudo”, ispirato all’opera di Jorge Luis Borges, cui farà seguito il 18 ottobre l’inizio della stagione dei Concerti della Normale, mentre due giorni dopo prenderà il via l’appuntamento con la Lirica, mandando in scena “The Beggar’s Opera” di John Gay e Johann Christoph Pepusch.

La programmazione proseguirà poi con l’inizio di novembre, allorché il 15 è prevista l’apertura della stagione di Danza con il balletto in due atti “Paquita”, tratto dalla novella di Miguel Cervantes “La piccola gitana”, mentre si dovrà attendere il prossimo gennaio ’19 per le rappresentazioni di Teatri di Confine, che debutteranno il 29 gennaio con lo spettacolo “Maryam” presso il Cinema Teatro Nuovo.

“Sono felice di vedervi così numerosi –afferma il presidente del Teatro Verdi l’Avv. Giuseppe Toscano e se anche per me questa è l’ultima occasione per salutarvi, devo riconoscere e ringraziarvi per l’affetto che ci avete riservato durante tutti questi anni a dimostrazione di come Pisa ed il Teatro Verdi di Pisa abbiano costituito un connubio indissolubile grazie alla grande passione che ha accomunato sia chi ha lavorato all’interno dell’ente che voi come pubblico fedele ed appassionato, il che ci ha consentito oltre che di riportare in pareggio il bilancio, soprattutto di avere oltre 400 ragazzi che si stanno formando all’interno della nostra struttura, il che è la cosa di cui siamo sempre più orgogliosi”.

“Felice di vedere questo concorso di pubblico – afferma Stefano Vizioli – e per quanto riguarda la prossima stagione alcuni eventi avranno luogo sabato e domenica, mentre altri venerdì e domenica ed abbiamo confermato l’orario delle 15 per lo spettacolo festivo, così come è confermato l’apertura al pubblico per le prove. Prosegue anche il lavoro di educazione presso le Scuole per portare l’opera lirica anche nelle classi primarie, mentre la stagione si apre con “The Beggar’s Opera”, uno spettacolo che sta andando in scena in tutto il mondo e che in Italia è appena in cartellone a Spoleto, poi dopo di noi solo ancora una tappa a Novara. La seconda opera è un omaggio a Rossini, con “Mosè in Egitto”, di cui ricorrono i 200 anni dalla sua composizione e dal punto di vista scenografico utilizzeremo delle materie di scarto riconvertito per la bellezza del Teatro, un evento cui seguirà un convegno sulla figura di Mosè. A dicembre avremo un omaggio al Teatro Napoletano con un Dittico Buffo, vale a dire “La Vedova ingegnosa” ed “Il Maestro di Musica”, mentre il 2019 si aprirà con due opere classiche quali la “Lucia di Lammermoor” di Gaetano Donizetti e “La Boheme” di Giacomo Puccini, quest’ultima con la partecipazione del Coro Lirico Toscano. La conclusione della stagione avverrà ad inizio Marzo 2019 con l’Edipo Re di Ruggero Leoncavallo di cui ricorre l’anno prossimo il centenario della morte”.

“Ho il privilegio di venire a Pisa e trovare un pubblico così folto ad una anteprima – afferma Beatrice Magnolfi – dimostra l’affetto e l’attenzione che Pisa manifesta per tutta l’attività teatrale, per la quale sono in cartellone spettacoli di prestigio nel campo sia della prosa che della Danza, ma quel che più caratterizza il Teatro Verdi di Pisa è la grande passione e professionalità che alimenta il loro lavoro, per i cui programmi teniamo in grande considerazione il territorio e la pluralità di eventi, tra lirica, prosa e danza in un palinsesto armonioso rispettando un equilibrio tra cultura e popolarità, con Pisa che è un fiore all’occhiello, evidenziando che nel 2016/17 abbiamo avuto abbonati e la stagione scorsa abbiamo incrementato la quota di abbonamenti ad oltre 800 tessere”.

“Sono molto contento del successo della passata stagione e le nuove iniziative sono state ben accolte – afferma Carlo Boccadoro – e la prossima stagione riporterà in auge uno strumento come il pianoforte che era stato un po’ accantonato e sarà portato in scena sia da solo che con altri strumenti con.la presenza di alcuni dei maggiori interpreti mondiali, e musiche di livello assoluto che faranno riferimento anche alla Storia in un connubio tra tradizione ed innovazione, senza tralasciare anche la musica antica, con un incremento dei Concerti dai 31 dello scorsa stagione ai 33 della prossima, un aumento della quantità senza perdere di vista la qualità, convinto che il pubblico vorrà rinnovarci la sua fiducia”

Giuseppe Toscano insieme al Sindaco Michele Conti

“Sono soddisfatto di essere qui – afferma il Sindaco  di Pisa Michele Conti -premesso che la cultura deve essere alla base di ogni società, devo darvi atto di avere fatto un lavoro eccellente e molto responsabile, anche perché la cultura può essere un volano anche contro il degrado cittadino e penso che sia importante anche creare sinergie con i teatri vicini al fine di realizzare economie di scala per il bene comune ed io in prima persona nei confronti delle aziende di grandi dimensioni cercherò di farmi parte attiva per incoraggiare la vostra attività, un aspetto che non sarà mai tralasciato dalla mia amministrazione”.

By