Presentato il Festival della Robotica. Andrea Bocelli sarà il teetimonial

PISA – Si è tenuta stamani, presso la Sala delle Baleari di Palazzo Gambacorti, la conferenza stampa di presentazione della seconda Edizione del Festival Internazionale della Robotica, che si terrà dal 27 settembre al 3 ottobre prossimi, con apertura e chiusura al Teatro Verdi di Pisa, mentre altri eventi in cartello sono programmati in altre location della nostra città, quali gli Arsenali Repubblicani, la Stazione Leopolda, la Domus Mazziniana, il Polo Universitario “Le Benedettine”, la Camera di Commercio e le Officine Garibaldi.

di Giovanni Manenti

Si tratta di un evento di portata internazionale che consentirà a coloro che vorranno assistere alle varie manifestazioni – il cui calendario è consultabile sul sito: www.festivaldellarobotica.it – di verificare con mano come tale settore, oramai divenuto trainante per il futuro dell’umanità, si stia sempre più evolvendo nell’ottica di divenire un utile supporto per le attività quotidiane di ognuno di noi, oltre a rendersi di un’utilita fondamentale nel campo medico e chirurgico.

“Ringrazio i promotori e sostenitori del Festival che consente di mantenere Pisa ad un livello di eccellenza assoluto nel settore della Robotica – afferma il Sindaco Michele Conti – con un programma che questo anno è ancora più ricco rispetto a quello della precedente edizione dello scorso anno”.
“Quest’anno – afferma il Prof. Mosca – abbiamo avuto l’appoggio di entrambe le Amministrazioni comunali, sia la precedente che l’attuale, per l’interesse che hanno manifestato per il Festival, che quest’anno sarà inaugurato presso il Teatro Verdi dove, oltre alle autorità, abbiamo invitato anche i Sindaci dei comuni interessati a questa manifestazione che quest’anno uscirà anche dal territorio provinciale poiché si terrà la prima edizione mondiale di un’opera robotica al Festival pucciniano.
Ricordo che questo Festival non è una fiera, ma l’occasione per valorizzare le nostre eccellenze attraverso la collaborazione tra i più grandi esperti nazionali nel mondo della robotica, e Pisa in questa ottica è all’avanguardia nel settore tecnologico, chiedendo espressamente al Sindaco di volersi fare parte diligente affinché queste manifestazioni possano crescere in futuro”.
“Un direttore artistico in un Festival della robotica serve in quanto a me è stato chiesto di occuparmi della parte artistica attraverso la cattura nella serata al Teatro Verdi – dice il Prof. Renato Raimo – delle comunicazioni tra i vari eventi in cui tutto confluisce in unico contesto che coinvolge tutta la città nei diversi punti e location cittadini, mettendo in risalto attraverso la robotica quelle che sono le potenzialità di questo importante settore Il 3 ottobre avremo come testimonial Andrea Bocelli, il quale assieme ad un “risorto” Giacomo Puccini, sarà protagonista di un evento di cui oggi non scopro alcunché, ma che ai presenti fornirà una piacevolissima e straordinaria sorpresa.

“Quello che sarà il nostro compito è di far sempre più rendere partecipe la cittadinanza di come la robotica sia oramai di supporto per migliorare e favorire un migliore sviluppo della vita di ognuno di noi, non solo per quanto attiene alle applicazioni mediche e chirurgiche, ma anche come aiuto nel campo del lavoro”, afferma Alberto Mazzoni – lo scopo della nostra presenza al Festival si lega al fatto che, come si addice ad un Istituto di Studi universitari come il nostro, desideriamo far conoscere quali sono i percorsi di formazione, di progettazione e di lavoro che sono alla base dei progetti di innovazione tecnologica in un settore che è sempre più in sviluppo, come confermato dal fatto che sempre più dei nostri studenti ci chiedono di presentare tesi di laurea su detta tematica”.

 

By