Presentato il Longines FEI Endurance World Championship 2021 che si terrà a San Rossore

PISA – Presentata presso la Sala delle Baleari di Palazzo Gambacorti, l’edizione 2021 del “LONGINES FEI ENDURANCE WORLD CHAMPIONSHIP” che avrà luogo sabato 22 maggio 2021 nel suggestivo scenario della Tenuta di San Rossore.

di Giovanni Manenti

Il nostro parco è ideale per evidenziare al massimo il livello di connubio tra cavallo e cavaliera attraverso un percorso di 160 chilometri immerso nella Natura, valori che più di ogni altro testimoniano la ferma volontà a carattere internazionale di ripartire dopo un periodo di estrema difficoltà a causa del perdurare dell’emergenza sanitaria in atto.

Difficoltà che sono state superate con il quanto mai proficuo impegno da parte del Comitato Organizzatore, in assoluto spirito di collaborazione e sinergia con l’Amministrazione Comunale e l’Ente Parco Regionale Migliarino, San Rossore e Massaciuccoli che porterà a confrontarsi su di un tale, massacrante tracciato i binomi di ben 32 Nazioni in rappresentanza dei 5 continenti a dimostrazione dell’universalità dell’evento e che prenderanno il via sabato prossimo alle ore 7:00 del mattino dall’Ippodromo di San Rossore per contendersi il titolo individuale, mentre sono 13 le Nazioni in lotta per l’affermazione a squadre.

Una sfida che si struttura in 6 fasi su quattro percorsi diversi per il ricordato totale di 160 chilometri e che vede i partecipanti andare all’assalto del Campione Mondiale in carica, ovvero lo spagnolo Jaume Punti Dachs, affermatosi nell’edizione 2016 svoltasi a Samorin, in Slovacchia, in sella a Twyst Maison Blanche, il quale è presente per cercare di confermare il titolo – al pari dei piazzati di cinque anni fa, vale a dire il connazionale Alex Luque Moral e lo Sceicco del Bahrein, Nasser Al Khalifa – e che affronta l’avventura italiana assieme alla moglie Maria Alvarez Ponton, a propria volta impostasi nelle edizioni del 2008 a Teremgganu (Malesia) e del 2010  Lexington, negli Stati Uniti.

A commentare le difficoltà che hanno contraddistinto l’organizzazione dell’evento è Gianluca Laliscia, Presidente del relativo Comitato afferma: questo evento abbia avuto un parto molto lungo e complicato, ma oramai siamo arrivati ad un traguardo che vuole altresì assumere la veste di una ripartenza; abbiamo gestito le varie emergenze attraverso la piena condivisione con le Istituzioni e l’applicazione dei protocolli, avendo la possibilità di lavorare in una città meravigliosa, che può offrire un Parco come quello di San Rossore unico al Mondo che farà sì che questa edizione passerà alla Storia come una delle più importanti mai realizzate per questa disciplina, perché non dobbiamo dimenticare che San Rossore rappresenta un qualcosa di unico, vicinissimo alle infrastrutture quali Aeroporto ed Autostrade, nonché ad una città meravigliosa che ha l’accoglienza nel suo sangue ed è questo il messaggio di rinascita che vogliamo lanciare e non può essercene di migliore grazie allo Sport ed  all’amore per i cavalli. Mi sia altresì consentito, conclude Laliscia, un particolare ringraziamento all’Amministrazione Comunale che ha creduto insieme a noi nell’organizzazione della Manifestazione nonostante le oggettive difficoltà del periodo, attraverso confronti schietti, diretti ma nel rispetto di quelli che sono i protocolli delle regole, così da poter semplificare anche problematiche che sembravano irrisolvibili ed oggi, ad evento iniziato, possiamo dire di aver raggiunto un traguardo che è andato ben oltre quelle che potevano essere le aspettative, come avviene allorché pubblico e privato lavorano insieme, realizzando quelli che possano sembrare dei sogni“.

Ovviamente più che soddisfatto l’assessore al turismo del comune di Pisa, Paolo Pesciatini che afferma: “Si tratta di un evento unico e straordinario che ci auguriamo possa entrare negli Annali dello Sport, anche per le caratteristiche che l’Endurance in questo momento sta vivendo e che si svolgono all’interno della nostra città quale Manifestazione più importante del Calendario 2021 della Federazione Equestre Internazionale, ed è pertanto che proprio da Pisa intendiamo lanciare al Mondo intero un messaggio di resilienza, volontà, ripartenza e rinascita, nonché di speranza in quanto l’evento ha una rilevanza mondiale, una copertura mediatica a carattere internazionale a partire dalla Cerimonia di apertura che si svolgerà questa sera all’interno della magnifica Piazza dei Cavalieri e di fronte al Palazzo della Carovana, Sede della Scuola Normale Superiore, sino alla gara vera e propria che si disputerà sabato prossimo 22 maggio, così da poter affermare che Pisa riparte con un evento straordinario. Mi preme altresì sottolineare, conclude Pesciatini, quanto fondamentale, per non dire determinante, sia stata la collaborazione con l’Ente Parco per l’organizzazione dell’iniziativa e ciò consentirà a tutti noi di poter mettere in evidenza, grazie a questo evento, quella che è l’articolazione della nostra offerta turistica, poiché il Parco ne rappresenta un segmento importante, risultando uno dei luoghi più attraenti della nostra città, sia dal punto di vista ambientale che paesaggistico“.

By