Presentato il nuovo mister Luca D’Angelo: “Con Gemmi accordo trovato in 5 secondi”

PISA – Presentato presso la sala stampa Passaponti dell’Arena Anconetani il nuovo mister nerazzurro Luca D’Angelo accomoagnato dall’Ad Giovanni Corrado e il Ds Roberto Gemmi.

di Giovanni Manenti e Antonio Tognoli

“Siamo contenti della scelta e l’abbiamo visto molto motivato – afferma l’Ad Giovanni Corrado – con Roberto lavoriamo 24 ore su 24 con Luca è scattata subito la scintilla e la società tutta è contenta della scelta appena fatta”.

Da sinistra Roberto Gemmi, Luca D’Angelo e Giovanni Corrado

La parola al direttore sportivo Roberto Gemmi: “Il mister ha voglia di cominciare questa nuova avventura, ha avuto già diverse esperienze, era una scelta che avevo già in testa, ma ritenevo corretto valutare anche altre possibilità, ma poi sono tornato sulla mia prima impressione e ritengo che sia quella giusta, anche se poi sarà il campo a dare le risposte come sempre. Ho scelto D’Angelo perché è il puzzle perfetto per questa piazza, persona di grande temperamento e coraggio. Della serie mettiamoci insieme nel mezzo e vediamo dove possiamo arrivare. Qua dobbiamo stupire e dare il massimom. Quello che non deve mancare è la prestazione perché è nel DNA di questa società. Il fatto di partire in ritiro con alcuni giocatori che potranno partire prima della fine del calciomercato non mi preoccupa più di tanto poiché queste sono le leggi di mercato, testando inteso che le scelte sono mie dopo essermi ovviamente confrontato con il mister”.

“Sono un passionale – esordisce il nuovo mister Luca D’Angelo – che crede molto nell’organizzazione di gioco più che nei singoli, lavoro molto sulla tattica in quanto un giocatore deve sempre sapere cosa fare quando va in campo, poiché in Lega Pro per emergere occorre una forza fisico atletica ed una buona organizzazione tattica. Riccardo Taddei dice che sono tatticamente straordinario? Lo afferma perché è il sara il mio secondo. La piazza di Pisa è importante per me, l’accordo è stato raggiunto immediatamente, anche perché credo che tutti gli allenatori di categoria vogliano sedersi sulla panchina nerazzurra, ed ho firmato un contratto annuale con opzione per l’anno prossimo. Il secondo sarà appunto Riccardo Taddei, il preparatore atletico Maurizio Pecoraro. Dovrò lavorare anche sull’aspetto mentale dei calciatori con cui sono abituato a parlare chiaro e diretto, poiché credo nel confronto, ho avuto anche screzi in passato con alcuni giocatori che poi sono diventati i leader delle mie squadre. Non credo che vi siano troppe differenze tra un girone e l’altro di Lega Pro, per cui non ho preferenza in qualsiasi modo gli stessi siano formati, mentre per eventuali richieste di miei giocatori che ho avuto in passato ne ho parlato con il direttore, fermo restando che la nostra rosa conta attualmente ben 32 giocatori e pertanto tutto è ancora da definire in merito agli effettivi con cui inizieremo la prossima stagione”.

By