Presentazione per il libro di Maurizio Gazzarri “I ragazzi che scalarono il futuro”

PISA – Martedì 6 novembre alle 18  alla Gipsoteca di Arte Antica, piazza San Paolo All’Orto la Libreria Ghibellina presenta il romanzo di Maurizio Gazzarri I ragazzi che scalarono il futuro.

Ne parlano con l’autore Matteo Pelliti, Athos Bigongiali, Daniele Luti e Pierantonio Pardi.

“Allora, ho pensato che dovremmo dare un nome significativo alla nostra Macchina. Mi riferisco a quella Definitiva, anche se pure questa che abbiamo di fronte è tutt’altro che un semplice esperimento. Un nome che in poche parole dica di cosa stiamo parlando e indichi a tutti dove è stata realizzata. Calcolatrice Elettronica Pisana, per esempio. In tutta Italia e in tutto il mondo si deve sapere che è a Pisa che è stata interamente realizzata la prima calcolatrice italiana. E anche qui a Pisa si deve sapere: fino a ora abbiamo lavorato molto tra di noi e dentro le nostre stanze, qui e a Barbaricina, con pochissimi contatti con l’esterno”.

Giorgio Fabbrini ha 24 anni quando la storia ha inizio. Angela ne ha appena 21. Le loro vite incrociano quelle dei protagonisti della sfida che porterà alla prima calcolatrice elettronica italiana. Dietro a una storia unica di innovazione tecnologica, scientifica e culturale, il romanzo racconta le aspettative e gli errori, il coraggio e l’ingegno, l’amicizia e la voglia di futuro di una intera generazione. Pisa, 1954, la lungimiranza degli Enti Locali, l’intelligenza dell’Ateneo, la visione della famiglia Olivetti, l’impegno di giovani laureati, borsisti, studenti e tecnici hanno contribuito a vincere una delle sfide più significative del XX secolo: la costruzione della CEP (Calcolatrice Elettronica Pisana) e dell’ELEA (Elaboratore Elettronico Aritmetico), i primi computer progettati e realizzati in Italia. Alle vicende di Piazza Torricelli, sede dell’Istituto di Fisica, e di Barbaricina, dove si insedia il Laboratorio di Ricerche Elettroniche della società di Ivrea, si intrecciano i maggiori avvenimenti sociali, culturali, politici e di costume di Pisa e dell’Italia della seconda metà degli anni Cinquanta. Il mondo sta cambiando e quel cambiamento passa anche da Pisa.

Maurizio Gazzarri è nato a Volterra nel 1971. Nel 1990 si trasferisce a Pisa, dove si laurea in Scienze dell’Informazione. Si è impegnato e si impegna in politica. Ha collaborato dal 2008 al 2018 con il Sindaco di Pisa, occupandosi, tra molte altre cose, di digitalizzazione dei servizi, comunicazione e partecipazione. Questo è il suo primo romanzo.

Loading Facebook Comments ...
By