Processo alle maestre del Cep: il Comune si costituisce parte civile

PISA – Questa mattina al Tribunale di Pisa si è svolto il processo alle tre maestre dell’asilo nido comunale del Cep di Pisa, accusate di aver maltrattato i bambini.

imageIl Gup Giulio Cesare Cipolletta, ha accolto le richieste dei familiari dei bambini (molti dei quali erano fuori dal Tribunale ad attendere l’esito del processo), che avrebbero subito maltrattamenti da tre maestre all’asilo nido comunale del Cep di Pisa, ha ordinato la chiamata in responsabilità civile dell’amministrazione comunale in quanto datore di lavoro delle imputate.

Il giudice ha anche ammesso la richiesta del Comune di costituirsi parte civile nel processo. L’udienza è stata poi rinviata al 13 ottobre quando il gup dovrà pronunciarsi sulla richiesta di patteggiamento di due delle tre maestre: per Sonia Ori, la principale indagata che finì agli arresti domiciliari, la procura ha respinto una richiesta di patteggiamento a una pena di 24 mesi mentre ha accolto quella a una pena di 22 mesi per Marcella Ricci. Nessuna richiesta di patteggiamento per la terza imputata Donatella Castiglioni.

Le foto sono di Roberto Cappello

By