Profughi, nel centro di accoglienza presenti in 15

VOLTERRA – Intervento del sindaco Buselli dopo che nei giorni scorsi l’afflusso era stato maggiore rispetto a quanto preventivato

Il primo cittadino: «Prevalentemente si tratta di nuclei familiari, come concordato in avvio del progetto, che è gestito dalla Croce Rossa di Volterra»

«La situazione è finalmente rientrata». Così il sindaco di Volterra Marco Buselli commenta la situazione profughi nel nuovo centro di accoglienza tra località San Lorenzo ed il Ponte di Ferro.

«Nelle scorse settimane c’è stato un afflusso di profughi maggiore rispetto a quanto preventivato – aggiunge il primo cittadino -. Adesso sono ospitate quindici persone e si può arrivare ad un massimo di sedici, come del resto risulta anche dalle prescrizioni dell’Asl. Prevalentemente si tratta di nuclei familiari, come concordato in avvio del progetto, che è gestito dalla Croce Rossa di Volterra. L’Azienda Servizi alla persona Santa Chiara e la Croce Rossa stanno studiando inoltre un accordo di collaborazione reciproca per la gestione integrata dei centri di accoglienza, con l’apporto e la supervisione dell’assessorato al sociale».

By