Progetto Highlights: inizio col piede sbagliato tra ritardi e costi elevati

PISA – Il nuovo progetto highlights di cui si è parlato a lungo nelle scorse settimane non è iniziato come sperato.

RITARDI – La prima giornata è stata all’insegna dei grandi ritardi. La lentezza del server di sportube, la piattaforma ufficiale di condivisione filmati, ha permesso di pubblicare i filmati online disponibili al grande pubblico solo 20 ore dopo il termine delle gare. Alla faccia delle motivazioni di Ghirelli & company, che avevano detto che questa piattaforma sarebbe servita per “meglio diffondere i servizi delle gare”. Invece online quasi nessuno ha acquistato le gare, che sono andate in onda solamente nelle poche televisioni che avevano acquistato i diritti o che hanno abbastanza soldi da investire, a scapito delle piccole testate.

SERVICE PISA – Come ha informato Riccardo Silvestri, addetto stampa del Pisa, a una riunione riservata agli organi di stampa locali, il service che ha acquistato le dirette è stato 50 canale. Sarà infatti l’unica telecamera disponibile che registrerà l’evento. Il service, che potrà essere anche la Rai, quando acquisterà le dirette nazionali degli anticipi e dei posticipi, avrà il compito di fornire tutte le immagini della gara, che un tecnico specializzato dell’Ac Pisa 1909 dovrà montare entro un’ora per poterle inviare alla Lega.

SPESE – Questo movimento è costato al Pisa circa 5000 euro, tra tecnici, potenziamento di connessioni e materiale per potere ovviare alle richieste della Lega. Al Pisa è andata meno peggio di altre squadre, costrette a fare spese folli per riuscire ad accontentare la Lega. Si pensi al Tuttocuoio che ha speso il doppio rispetto alla società nerazzurra, e non è stato il caso peggiore.

in collaborazione con iotifopisa e pisanellastoria

By