Tutto pronto per il Gioco del Ponte 2019. Tutto quello che c’è da sapere

PISA – Ultimi preparativi per l’appuntamento più atteso del “Giugno Pisano” sabato 29 giugno con il Gioco del Ponte, la storica sfida tra le due Parti della città, Mezzogiorno e Tramontana.

Il Palio della Vittoria È stato presentato in Comune il Palio della Vittoria che verrà assegnato alla Parte vincitrice. È dedicato ai 920 anni della Prima Crociata (1099 – 2019) e rappresenta due immagini, la prima, in alto, la conquista di Gerusalemme cui partecipò anche la Repubblica di Pisa, e la seconda, in basso, è la riproduzione di un’immagine del Gioco del Ponte del XVII secolo. In mezzo una pergamena con la dicitura “Gioco del Ponte 29 giugno 2020 s.p.”. Il Palio della Vittoria è stato realizzato da Lorenzo Davini che ha inserito in posizione centrale la pergamena come richiamo al momento dell’atto di sfida, da cui tutto il Gioco prende il via.

«Il Palio della Vittoria – ha detto l’assessore alle tradizioni storiche Filippo Bedini – rappresenta il simbolo del ruolo svolto dalla nostra Città, con il riferimento alla Prima Crociata che valorizza un momento centrale della nostra lunga storia». «L’auspicio – ha proseguito – è che il Gioco sia il più spettacolare possibile. In questi mesi ci sono state polemiche, come sempre accade e va anche bene così, poi però c’è un momento in cui bisogna andare oltre per il bene di Pisa. In questo momento, credo, siano tutti concentrati sul Gioco, Generali e Luogotenenti hanno fatto un ottimo lavoro e ci sono tutti i presupposti per vedere un bello spettacolo. Peraltro, il Consiglio degli Anziani già lavora per il prossimo anno, infatti è prevista una riunione il 3 luglio. Di fronte avremo un anno intero per lavorare bene e l’esperienza di questo anno, rispetto a una eredità che non ci ha lasciato niente né un disciplinare né una procedura, ce la siamo fatta e sarà preziosa per le prossime edizioni».

Il programma di sabato 29 giugno

Alle ore 11.00, sul Ponte di Mezzocollaudo del carrello, verifica dello scorrimento  e consegna dei 132 braccialetti per i combattenti delle Parti di Mezzogiorno e Tramontana, alla presenza di Giudici, Luogotenenti e Osservatori delle Parti.

Alla ore 18.30 Uscita da palazzo Gambacorti del Consiglio degli Anziani che attraversa piazza XX Settembre e si attesta sulla Tribuna in Palazzo Pretorio.

Alle ore 18.45 Corteo dei Giudici, composto da 77 figuranti e 7 cavalli. Dopo la vestizione alle scuole Zerboglio, i Giudici arrivano in piazza XX Settembre passando da via San Martino. Da qui percorrono i Lungarni in ordine antiorario: lungarno Galilei, ponte della Fortezza, lungarno Mediceo, Pacinotti, ponte Solferino, lungarno Gambacorti.

Alle ore 19.00 partenza simultanea dei Cortei delle Parti di Tramontana e di Mezzogiorno, ognuna composta da 324 figuranti e 17 cavalli. La Parte di Mezzogiorno, dopo la vestizione alle scuole Zerboglio, si attesta in piazza XX Settembre. La parte di Tramontana, dopo la vestizione alle scuole Damiano Chiesa, si attesta in piazza Garibaldi, entrambe sfilano sui Lungarni in ordine antiorario.

Alle ore 20.15 conclusione dei Cortei. L’Anziano Rettore e il Consiglio degli Anziani si recano sul Ponte per la lettura della formula di consegna del “Ponte” ai Giudici. Segue la “chiamata a battaglia” e il lancio delle sfide.

L’ambasciatore di Tramontana lancia la sfida a Mezzogiorno (vincitrice dell’edizione 2018). Risponde l’ambasciatore di Mezzogiorno andando a Tramontana ad annunciare l’accettazione della sfida. A questo punto inizia il Gioco del Ponte.

Sul Ponte di Mezzo si svolgeranno sei combattimenti, oltre alla eventuale “bella” tra le nazionali delle rispettive Parti. Ad ogni combattimento alla Parte vincitrice del confronto precedente spetta scegliere per prima chi mandare sul carrello; per il primo scontro l’onore spetta a Mezzogiorno, essendosi aggiudicata l’edizione 2018. Alla fine dei combattimenti, l’Anziano Rettore e il Consiglio degli Anziani si recano sul Ponte scortati dai “picchieri” per la consegna del Palio della vittoria alla Parte vincitrice.

Misure per la sicurezza. Attese, come ogni anno, migliaia di persone sui Lungarni per assistere al corteo storico e al Gioco del Ponte. Per garantire lasicurezza, è stata emessa una ordinanza che a decorrere dalle ore 17.00 di sabato e fino alle ore 02.00 del 30 giugno vieta la vendita, anche per asporto, e la somministrazione di bevande in contenitori di vetro o latta. Le aree interessate sono i Lungarni compresi tra Ponte Solferino e Ponte della Fortezza, ivi compresi ponti intermedi; Ponte Solferino e Ponte della Fortezza; piazza Garibaldi, piazza Cairoli, piazza XX Settembre, piazza San Sepolcro; Borgo Stretto, Corso Italia. L’inosservanza è punita con una sanzione tra 100,00 e 300,00 euro. L’Amministrazione Comunale, in accordo con il servizio 118, ha predisposto la presenza di presidi sanitari di emergenza con utilizzo di 2 mezzi di soccorso con medico a bordo nei pressi di Ponte di Mezzo, oltre a 4 ambulanze con personale di Croce Rossa Italiana, Misericordia, Pubblica Assistenza, Palp e un mezzo nautico dei Vigili del Fuoco. È prevista la presenza di 20 steward in ausilio delle forze dell’ordine che saranno impiegate presso la postazioni di chiusura dei Lungarni e nelle vicinanze del Ponte di Mezzo, per consentire una sicura fruizione della manifestazione.

 

Vendita biglietti. Per assistere al Gioco del Ponte sono ancora in vendita nell’atrio di Palazzo Gambacorti i biglietti per le tribune (10 euro, gratis per i minori di 14 anni per i quali è necessario esibire un documento di identità per il ritiro del biglietto e per l’entrata sulle tribune). Gli orari per l’acquisto dei biglietti sono: giovedì 27 e venerdì 28 dalle 10.00 alle 13.00 e sabato 29 dalle 09.00 alle 14.00.

Modifiche al traffico. Per permettere lo svolgimento della manifestazione, questi i provvedimenti di modifica al traffico veicolare:

–         divieto di sosta con rimozione coatta dalle ore 14:00 del 29 alle ore 10:00 del 30 nelle Vie Lungarno Pacinotti, Lungarno Mediceo, Lungarno Fibonacci, Lungarno Galilei, Lungarno Gambacorti;

  divieto di transito veicolare dalle ore 14:00 del 29 alle ore 02:00, del 30 nelle seguenti Vie: Lungarno Pacinotti, Lungarno Mediceo, Ponte della Fortezza lato Ovest, Lungarno Galilei, Lungarno Gambacorti;

–         divieto di transito veicolare a partire dalle ore 17:30 del 29/06/2019 fino al termine del corteo storico nelle seguenti Vie: Lungarno Pacinotti (tratto da S. Maria a Ponte Solferino, Lungarno Fibonacci, Ponte della Fortezza (entrambe le corsie), Ponte Solferino;

–         divieto di transito veicolare e pedonale, ad eccezione dei figuranti del Gioco del Ponte, Forze dell’ordine e autorizzati, dalle ore 17:30 del 29 al termine della manifestazione nelle seguenti Vie e Piazze: Ponte di Mezzo, Piazza Garibaldi, Piazza del Pozzetto, Via Rigattieri, Borgo stretto (tratto compreso da Piazza Garibaldi a Via delle Colonne loggiati compresi), Piazza XX Settembre, Via degli Uffizi, Logge di Banchi e Via Banchi.

–         (Durante questa fase tutti gli accessi ricadenti nelle suddette strade saranno presidiati e chiusi al traffico veicolare; Via Palestro, inversione del senso unico nel tratto Via Cavour Via Verdi; Obbligo di svolta in Via Trento per i veicoli in uscita da Via S. Maria)

–         Il traffico veicolare verrà aperto al termine del corteo storico nelle seguenti Vie: Ponte Solferino, Lungarno Pacinotti tratto della corsia Nord da Via S. Maria a Ponte Solferino in uscita, Lungarno Mediceo tratto da Piazza Mazzini in uscita verso Lung. Buozzi, Ponte della Fortezza corsia est, Lungarno Fibonacci.

By