Prosegue progetto integrazione aeroporti,il pratese Bettazzi “danno anche per Pisa”

PRATO- Il C.A.L. (Consiglio autonomie locali) è un organismo composto dai rappresentanti degli enti locali (comuni,province,comunità montane),con funzioni consultive finalizzate al coordinamento tra questi e la regione.L’organismo presieduto dal sindaco di Pisa,in presenza del presidente della Provincia di Pisa e dell’assessore regionale all’urbanistica,si è riunito per il progetto di gestione integrata tra gli aeroporti di Pisa e Firenze.

immagine tratta da firenzetoday.it

 

Il motivo della riunione è stata la richiesta,approvata a maggioranza,di alcune garanzie alla società che gestisce lo scalo fiorentino (AdF).Il piano di indirizzo territoriale (Pit) prevede:1)La realizzazione di una nuova pista di lunghezza invariabile e unidirezionale 2)La costruzione di un termovalorizzatore in località Case Passerini attivo nel 2016-2017 3)La costituzione di un parco agricolo della piana fiorentina.Hanno espresso parere contrario a questo piano le Province di Firenze e Prato e il comune di Prato.Alla fine della riunione da registrare le parole di fuoco pronunciate dal Presidente del consiglio comunale pratese Bettazzi  “Appare superfluo sottolineare che la mia espressione di voto sarà negativa. Troppi dubbi, troppe incertezze, troppa improvvisazione per la proposta di un intervento che cambierebbe di colpo la vivibilità di tutta una piana solo per far un grande favore alla città di Firenze. Probabilmente questo è il pegno che il Governatore Enrico Rossi deve “pagare” al sindaco Matteo Renzi, non si sa per quale recondita motivazione, ma questo è. Si sdebita con Firenze aprendo un contenzioso politico,istituzionale,sociale e ambientale con Prato, Sesto Fiorentino, Signa, Campi Bisenzio, Calenzano, Poggio a Caiano, Carmignano, aggiungendo a tutto ciò il rischio di fiorentinizzazione degli scali aerei toscani a danno di Pisa e della realtà economica che oggi ruota intorno a quell’aeroporto”.

Fonte ansa.it

 

By