Proseguono gli incontri sul territorio della Lega

PISA – La Lega di Pisa prosegue nel suo programma di incontri sul territorio. Dopo il gazebo della scorsa settimana ad Ospedaletto, fatto sia per acquisire le segnalazioni dei residenti che per garantirgli che con noi della Lega non verrà realizzata alcuna moschea nel quartiere, è il turno di Porta a Lucca e Marina di Pisa.

Sabato 4 luglio dalle 10 alle 12.30, sarà allestito un gazebo al mercato di via Paparelli e domenica 5 luglio sempre dalle 10 alle 12.30, ne sarà fatto un altro a Marina di Pisa, in piazza Gorgona per lanciare la raccolta firme contro i vitalizi e la sanatoria per migliaia di immigrati clandestini, contenuta del decreto rilancio e anche per fermare le cartelle esattoriali di Equitalia.


Il nostro programma di incontri sta andando avanti spedito perché per noi è importante rimanere sempre a contatto con le persone. I gazebo programmati per questo weekend serviranno per raccogliere le firme dei nostri concittadini contro i vitalizi e la maxi sanatoria per immigrati clandestini che questo governo ha inserito nel decreto rilancio e anche per fermare le troppe cartelle esattoriali di Equitalia che stanno arrivano a tantissime persone, già provate dal passato lockdown. Il Pd e il M5S rimangono arroccati nei palazzi e all’interno delle mura di Villa Pamphilj per discutere su tutti i problemi del mondo, senza dare risposte concrete agli italiani, a differenza nostra che pur stando all’opposizione abbiamo proposto tante soluzioni per rilanciare il progresso e lo sviluppo del Paese come la tassa unica al 15%, un anno bianco fiscale e la revisione completa del codice degli appalti per sburocratizzare il Paese e far aprire tanti cantieri che farebbero aumentare fortemente i posti di lavoro. Proposte sempre bocciate da questo governo che odia gli imprenditori. I gazebo saranno anche un momento in cui sarà possibile fare delle segnalazioni direttamente al nostro sindaco che sarà presente ai gazebo per ascoltare, insieme a noi, tutti i cittadini e le cittadine”, conclude il Segretario della Sezione di Pisa, Edoardo Ziello.

By