Protesta pacifica delle donne di Queersquilie davanti alla Leopolda alla manifestazione sul Benessere & Salute

PISA – Mentre all’interno della Stazione Leopolda era in corso la manifestazione organizzata dalla Unikey Corporation e patrocinata da Comune e Provincia “Quello che le Donne Vogliono” all’ingresso si è tenuta una manifestazione pacifica da parte delle donne di Queersquilie contrarie all’evento non tanto in se stesso ma quanto rappresentazione della donna come oggetto ad uso e consumo del pubblico maschile.

La manifestazione – sempre secondo il comunicato – volantino divulgato alla stampa dai manifestanti – offre un’immagine riduttiva dell’identità femminile appiattita da dinamiche stereotipate ed antiche. La cura del corpo e dell’estetica è presentata come unico strumento possibile per realizzarsi in quanto donne. L’evento si richiama alla volontà e ai desideri dell’universo femminile ma non vi è alcun accenno ai temi ben più vicini ed importanti per le donne e la società tutta – diritti sul lavoro, pari opportunità, applicazione della 194 etc o il benchè minimo riferimento a passioni alternative, alla decorazione narcisistica di sè o al consumismo. Definire certe passioni come caratterizzanti dell’essere donna è avvilente non solo per il sesso femminile, ma anche per quello maschile, ricondurre alcune attività ad un genere specifico limita la possibilità di ognuno di costruire la propria identità liberamente.

I manifestanti hanno avuto un lungo colloquio e scambio di opinioni con gli organizzatori dell’evento. Alla fine una delegazione ha accettato l’invito ad entrare per rendersi conto della situazione all’interno della Stazione Leopolda.

SOTTO UN MOMENTO DELLA PROTESTA PACIFICA DAVANTI ALLA LEOPOLDA (foto pisanews.net)

 

20140405-235006.jpg

By