Proteste e richieste per una sanità migliore a Volterra

VOLTERRA – Lettera dell’Ass. Baruffa ai tre  consiglieri regionali Mazzeo, Nardini e Pieroni in merito alla sanità del paese.

La lettera integrale di seguito.

«La sanità a Volterra è molto sentita e noi tutti teniamo al nostro ospedale». Inizia così la lettera che l’assessore Gianni Baruffa ha inviato ai tre. Qualcuno vorrebbe usare la manifestazione che andremo a fare a breve, nata da molte mamme che tengono ai diritti dei bimbi, per farne una campagna elettorale. Beh questo noi non lo vogliamo! Per questo sia tu Alessandra che da “grande” farai la pediatra sia tu Antonio che conosci bene la sanità e tu Andrea che conosci bene il territorio sarebbe utile e importante che quel giorno voi potesse presenziare alla manifestazione. Qualcuno potrebbe pensare: «Che fanno? Manifestano contro se stessi?». La risposta è no. Manifestate insieme a quelle persone che vi hanno votato e che sognano qualcosa di nuovo di giusto guardando al futuro con ottimismo nonostante tutto. Ed io sono uno di quelli. La politica è confronto, dialogo talvolta anche acceso ma sempre al servizio dei cittadini a prescindere dal colore di appartenenza. Mi piacerebbe una politica diversa, una politica che fosse a fianco dei cittadini in una grande manifestazione. Il nostro ospedale lo conoscete e sapete quanto sia importante per Volterra, la Val di Cecina e la Valdera. Per questo vi invito a partecipare per far sì che il voto che vi è stato dato abbia un senso. Io ci sarò, noi ci saremo. Vogliamo poter dire la nostra e perché no insieme alla vostra presenza poter far arrivare una bella notizia, che noi tutti auspichiamo da tempo. Tutto è importante, tutto serve, ma quando si parla di bimbi e salute, tutto cambia e può e deve cambiare. Spero che la vostra scelta sia quella di stare vicino a quelle mamme che stanno lottando per difendere il diritto alla salute dei propri figli, per quegli stessi figli che abitano a Pontedera o Poggibonsi».

By