Protezione dalle radiazioni ionizzanti in sala operatoria. Successo del progetto promosso in Aoup

PISA – Si è appena concluso con successo in vari reparti dell’Aoup il progetto – promosso dal coordinamento regionale dell’Ordine dei Tsrm-Tecnici sanitari di radiologia medica e delle Pstrp-Professioni sanitarie tecniche, della riabilitazione e della prevenzione, in collaborazione con il Dipartimento delle Professioni tecnico sanitarie dell’Aoup – per il miglioramento della radioprotezione dei pazienti e del personale sanitario, attraverso l’utilizzo dei dosimetri real time, indossati all’esterno del camice piombato, per misurare la dose efficace e quindi ottimizzare i rispettivi comportamenti durante le sessioni di lavoro in sala operatoria.

Le strutture coinvolte in questi mesi sono state: Radiologia interventistica, Neuroradiologia, Cardiologia 2, Emodinamica e Fisica sanitaria.

L’iniziativa – che prende le mosse dal progetto vincitore del bando regionale “Premio Volare 2018” dedicato all’ottimizzazione dei comportamenti del personale di sala operatoria ai fini radioprotezionistici – è stata possibile anche grazie all’interessamento dei coordinatori Tsrm e di tutto il personale coinvolto, che ha fatto sì che il progetto si realizzasse beneficiando dei vantaggi, in termini di sicurezza relativamente all’esposizione alle radiazioni ionizzanti, sia per i pazienti che per gli operatori. Durante ogni procedura è stato infatti possibile registrare sia il rateo di dose che la dose totale, e quindi correggere le posizioni adottate in base ai dati del misuratore.

“Mi auguro – ha dichiarato il direttore del Dipartimento delle Professioni tecnico-sanitarie dell’Aoup, Davide Pelliccia nel ringraziare il coordinamento regionale dell’Ordine Tsrm e Pstrp – che questa collaborazione si possa ripetere anche in altri ambiti coinvolgendo tutti i professionisti presenti in Azienda”

By